The Boat Project: la barca realizzata dal riciclo del legno (e dei ricordi) di ciascuno di noi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un’opera d’arte collettiva in cui ogni piccolo tassello ha una sua personalissima storia: si tratta del The Boat Project, un progetto che punta a raccogliere pezzi di legno, che siano provenienti da un pianoforte, da un pregiato telaio della Tanzania, da una spazzola o da una semplice matita, che abbiano giocato un ruolo importante nella vita dei donatori, per farne un romantico vascello pronto a solcare i mari lungo le coste dell’Inghilterra a partire da Maggio.

Nato dall’intreccio delle storie che il legno di cui sarà costruita rappresenta, questa barca a vela unisce lo spirito del più puro romanticismo, legato ai ricordi che ogni pezzo evoca, a quello del più profondo ambientalismo, visto che consente di riutilizzare una mole non indifferente di legno che andrebbe altrimenti perso. La barca, progetta con un design contemporaneo da un costruttore di barche professionale, è in costruzione nel West Sussex, ma prenderà man mano forma in base al tipo di donazioni.

L’equipaggio, che navigherà sulla “barca dei ricordi” da maggio a giugno 2012, con soste in 4 tappe in diverse località, compreso lo skipper, sarà nominato dal pubblico, a testimonianza del più completo coinvolgimento delle persone “comuni” in questo progetto.

The Boat Project è un’idea della compagnia teatrale Lone Twin e parteciperà alle Olimpiadi culturali di Londra 2012, che si svolgeranno in contemporanea con le più famosi Olimpiadi “sportive” e che comprendono vari settori, dalla scienza all’arte, dalla letteratura all’ambiente, fino alla tecnologia, per un totale di cinque stelle invece di cinque anelli. “È il nostro progetto più ambizioso –spiega Lone Twin sul proprio sitoe per costruire la nostra barca abbiamo bisogno del tuo legno. Ma non di un qualsiasi vecchio legno: vogliamo qualcosa che faccia parte di te, che possa raccontarci una storia”. Insomma, una sorta di archivio “galleggiante” della vita delle persone. Se vuoi partecipare al progetto, visita il sito e scopri come la tua donazione può essere trasformato in una parte della barca.

the_boat_project

Così, per la prima volta non saremo noi a raccontare la storia di una barca, ma una barca a raccontare le nostre storie, che terrà a galla ricordi e frammenti di vite diverse ma letteralmente intrecciate in un’unica, solida costruzione. Il tutto all’insegna dei migliori principi di ecosostenibilità e di lotta al consumismo.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook