Questi studenti di Pavia hanno chiesto un’ora in più di lezione per imparare la Costituzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli studenti dell’Istituto Cairoli di Pavia rimarranno un’ora in più a scuola a settimana per studiare la Costituzione

Se è vero che la rivoluzione può venire da un piccolo gruppo, sia questa la volta buona che qualcuno impari il concetto di norma costituzionale e, soprattutto, ne apprezzi il valore e la portata. Loro sono pochi, pochissimi, solo 160 – formichine rispetto ai 60milioni di cittadini italiani – ma ben venga la loro piccola idea rivoluzionaria: “regalarsi” a scuola un’ora in più per capire cos’è questa (bistrattata) Costituzione.

Ed è così che i 160 studenti del biennio del liceo Economico sociale dell’Adelaide Cairoli di Pavia hanno chiesto e ottenuto un potenziamento di Diritto ed Economia in vista della maturità, che prevede la verifica dell’acquisizione della competenza in Cittadinanza e Costituzione.

In questo modo, da dicembre partirà un’ora in più di diritto in prima, un’ora di economia in più in seconda, con moduli di economia finanziaria. In questo modo ritarderanno l’uscita un giorno in più: le uscite alle due, infatti, passeranno da due a tre. Quest’anno si comincia con l’indirizzo economico sociale, dall’anno prossimo la sperimentazione potrebbe allargarsi al linguistico e agli altri indirizzi.

È importante che gli studenti abbiano l’opportunità di approfondire gli argomenti di diritto ed economia, anche in vista dell’esame di maturità spiega Giorgia Cervio, neo eletta rappresentante d’istituto con Bartolomeo Pescador, Rachelle Ricciardi e Isuru Vithana. L’esame infatti prevede la conoscenza di ‘Cittadinanza e Costituzione’. Noi al liceo socio economico già facciamo qualcosa con le ore di diritto ed economia, ma gli altri indirizzi no. Per questo abbiamo fatto nostra una proposta portata da un’altra lista alle elezioni, portando avanti la richiesta degli studenti”.

Abbiamo riflettuto sulla possibilità offerta dalle due cattedre di potenziamento assegnate sulla materia – dice Barbara Previtali referente del dipartimento di Diritto ed economia – e i docenti hanno deciso di distribuire equamente le ore in aula e quelle di potenziamento per offrire queste ore in più”.

Ottima iniziativa, non credete? Magari riuscissimo a creare cittadini un po’ più consapevoli dei propri diritti e doveri.

Leggi anche

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook