Street Trash: quando i rifiuti abbandonati per le strade si trasformano in creature fantastiche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I rifiuti che si accumulano lungo le strade di numerose città del mondo possono trasformarsi in significative opere d’arte e di protesta. Per molti artisti, nessun materiale, nemmeno se proviene dalla spazzatura, deve essere considerato inutile. Da una scatola di cartone o da un bicchiere usa-e-getta può infatti nascere l’ispirazione creativa.

L’artista spagnolo Francisco De Pajaro ha deciso di fare della spazzatura delle strade la propria tela artistica e il proprio materiale di lavoro prediletto. De Pajaro trasforma vecchie scatole di cartone, sacchetti della spazzatura, vecchi mobili ed altri rifiuti in personaggi bizzarri che ricordano i fumetti e le creature fantastiche delle fiabe.

Le sue opere diventano le protagoniste di vere e proprie mostre, sia all’interno dei musei, che direttamente lungo le strade delle città. Al momento le sue opere sono ospitate a Londra, dove i più fortunati avranno l’occasione di ammirarle, soprattutto agli angoli delle vie della metropoli.

L’artista ha iniziato a lavorare con la spazzatura quando nel 2006 a Barcellona è scattato il divieto di dipingere lungo le strade. Tutti i migliori artisti di Barcellona si sono trovati privi della loro tela preferita. De Pajaro ha dunque deciso di guardarsi intorno e di rivolgersi ad altre forme d’arte.

Ecco dunque nata l’idea di creare opere originali a partire dai rifiuti abbandonati per noncuranza e per malfunzionamento dei sistemi per la loro raccolta. L’artista ha iniziato a dipingere sulle lattine delle bibite, sui mobili abbandonati, sulle scatole di cartone e sui materassi. A poco a poco, ha ricreato il proprio mondo artistico, proprio a partire dai rifiuti.

street trash 2

street trash 3

E mentre in Spagna, in proposito, le regole sono più severe, a Londra ha riscontrato una maggiore tolleranza da parte dei poliziotti, che hanno definito la sua arte intelligente. Dai rifiuti abbandonati nascono anche creature mostruose dalle sembianze umane. Ecco dunque l’atto di denuncia verso coloro che non rispettano il pianeta e la città, abbandonando ciò che ormai viene considerato inutile, senza pensare alle alternative, a partire dalle possibilità di recupero e riutilizzo.

Marta Albè

Fonte e foto: The Atlantic City

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook