Street Art nel cuore dell’Amazzonia per proteggere i popoli indigeni e gli alberi (FOTO e VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Street Art cambia volto, diventa 2.0 e grazie alle nuove tecnologie arriva nella foresta amazzonica per protestare contro la e per proteggere i popoli indigeni.

L’artista Philippe Echarou ha deciso di sfruttare la tecnologia per espandere le possibilità di espressione della Street Art e per portarla dove in realtà le strade non esistono, ad esempio nella foresta.

L’artista ha proiettato dei volti sugli alberi della foresta amazzonica. I volti corrispondono a quelli di alcuni membri della tribù dei Surui, un gruppo di indigeni brasiliani che sono vittime costanti della devastazione causata dalla deforestazione e dai cercatori d’oro nelle regioni della Rondonia e del Mato Grosso.

“Quando si taglia un albero è come uccidere un uomo” – ha detto l’artista per spiegare il significato del proprio progetto. I volti di chi popola la foresta e di chi la protegge emergono tra i tronchi degli alberi. I popoli indigeni non potrebbero vivere senza la loro foresta.

Leggi anche: DIABOLIK CONTRO LA DEFORESTAZIONE: I FUMETTI DELL’EROE NERO SARANNO STAMPATI SU CARTA PEFC

Nessun albero è stato danneggiato per dare vita all’idea dell’artista e la speranza è che questo insolito progetto possa riportare l’attenzione sulla necessità di salvare la foresta amazzonica dalla deforestazione e di proteggere i popoli indigeni da chi vuole cacciarli dalle loro terre se non eliminarli.

Leggi anche: LA TRIBÙ CHE PROTEGGE L’AMAZZONIA DALLA DEFORESTAZIONE USANDO ANCHE LA TECNOLOGIA (VIDEO)

Il progetto dell’artista, in collaborazione con l’Associazione Aquaverde, serve per far scoprire al mondo il disastro umano ed ecologico causato dalla deforestazione in Amazzonia, il polmone verde del nostro Pianeta.

Leggi anche: OPERE D’ARTE SENZA ALBERI: UN MONITO CONTRO LA DEFORESTAZIONE

arte foresta 1
arte foresta 2
arte foresta 3
arte foresta 4
arte foresta 5
arte foresta 6
arte foresta 8

L’artista ha fotografato tutte le sue proiezioni in modo che ora possano essere a disposizione di tutto il mondo sotto forma di immagini e per realizzare mostre di sensibilizzazione contro la deforestazione e in difesa dei popoli indigeni.

Per saperne di più, guardate il video.

Marta Albè

Fonte foto: Philippe Echarou

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook