Smok-Ink: arte contro il fumo dai veleni delle sigarette

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Arte contro il fumo. È stata presentata nella giornata di ieri, mercoledì 10 aprile, presso il Salone del Mobile 2013 di Milano, Smok-Ink, la nuova installazione artistica contro il fumo firmata Ozmo. La realizzazione di Smok-Ink ha previsto l’impiego di inchiostro prodotto utilizzando le sostanze nocive contenute nelle sigarette.

L’installazione nasce con lo scopo di porre l’osservatore faccia a faccia con i danni che le sigarette possono provocare ai polmoni ed all’intero organismo. Il messaggio di Smok-Ink è interamente incentrato sull’importanza della difesa della salute e della rinuncia al vizio del fumo. L’installazione porta letteralmente le persone all’interno dei propri polmoni.

L’opera campeggia su di una tela dell’ampiezza di 60 metri quadrati e vede l’impiego di un linguaggio ricco di richiami alle forme d’arte contemporanee, con particolare riferimento alla street art, una delle manifestazioni artistiche di denuncia per eccellenza. Attraverso un insieme di immagini, di parole e di numeri, coloro che osserveranno l’immagine si troveranno a comprendere ciò che succede all’interno dei polmoni di un fumatore, attraverso la creazione di un vero e proprio racconto dedicato ai danni provocati dalle sigarette ai principali organi che ci permettono di respirare.

Per la realizzazione dell’opera è stato necessario ricorrere ad oltre quattromila sigarette, dalle quali una speciale macchina ha estratto le sostanze utilizzate per la creazione dell’inchiostro che è servito a raccontare i danni provocati dalle sigarette attraverso i mezzi visuali costituiti dal tracciare su tela immagini, numeri e parole.

Il team creativo, formato da Ozmo, il più noto street artist italiano, da Mirco Pagano e da Moreno De Turco, creativi di TBWAItalia, si è avvalso della collaborazione di Humanitas Cancer Center, che si è impegnato a fornire il contenuto scientifico necessario agli artisti per l’elaborazione dell’opera. La direzione artistica è stata affidata a Francesco Guerrera e Nicola Lampugnani. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 19 aprile 2013 dalle ore 10 alle ore 18, esclusi sabato e domenica, presso TBWAItalia, in via Leto Pomponio 3/5 a Milano.

Marta Albè

Leggi anche:

Dipingere con lo smog per sensibilizzare sull’inquinamento delle città. Le opere di Alessandro Ricci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook