Silvia Careddu, la flautista sarda alla Filarmonica di Vienna: è la prima nella storia!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Silvia Careddu ed è una flautista sarda. Non una qualunque. È la prima italiana a essere nominata primo flauto della celebre Wiener Staatsoper (Wiener Philharmoniker), la Filarmonica di Vienna.

Entrare alla Filarmonica di Vienna richiede il superamento di 4 selezioni molto severe, in cui si viene giudicati da 25 esperti. Prove ampiamente superate da Silvia che, a 41 anni, ha conquistato questo ambito traguardo, aperto alle musiciste donne sono dal 1997. Mai prima di lei un’italiana era riuscita in questa impresa.

Chi è Silvia Careddu

Nata a Cagliari nel 1977, la flautista sarda non è nuova a riconoscimenti e a ruoli di primo piano di questo tipo. Oltre alla recente nomina a primo flauto dei Wiener Symphoniker, lo è stata anche della Konzerthausorchester di Berlino. Inoltre, dal 2012 è stata invitata a far parte della Kammerakademie Potsdam, oltre ad aver regolarmente collaborato con la Mahler Chamber Orchestra, con la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Budapést Festival Orchestra, la Chamber Orchestra of Europe, la Philharmonia Orchestra.

La madre è di La Maddalena, il papà gallurese di Bortigiadas. Silvia Careddu non fa che lasciare a bocca aperta chi si trovi ad ascoltarla. Lo ha fatto anche al concerto di Capodanno, quando il direttore berlinese Christian Thielemann, in mondovisione, al termine dell’esibizione l’ha fatta alzare in piedi tra i primi, in segno di distinzione.

La flautista è anche dedita all’insegnamento. Dal 2011 è docente di flauto presso la Hochschule für Musik Hanns Eisler di Berlino e tiene Masterclass in Europa e Asia.

Orgoglio sardo!

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto: Neda Navaee

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook