Scarpe sospese e un maxi-murales per i senzatetto: Foggia rende visibili gli invisibili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un’opera di street art e l’iniziativa delle ‘scarpe in sospeso’ per dare voce e sostegno a chi non ce l’ha: il mondo degli invisibili, centinaia di persone che vivono ai margini della società, che esistono eppure non si vedono. In questi giorni, Foggia si fa portavoce degli ultimi perché dietro ogni persona c’è un nome, una storia, un volto.

Closcià, il murales di Tricarico

L’artista e fotogiornalista Alessandro Tricarico è l’autore di Closcià, una nuova installazione artistica che a Foggia apre uno spaccato sulla realtà. Lunga 38 metri ed alto 10, realizzato sulla facciata del Cinema Cicolella in via Montegrappa, l’opera raffigura Antonio un senzatetto sessantaduenne, ex ufficiale della marina militare che oggi vive in una villa abbandonata alla periferia della città. Un uomo che ha deciso di metterci la faccia e che Tricarico ha rappresentato in bianco e nero dopo un evento che l’aveva particolarmente colpito. Alcuni mesi fa, i volontari dell’associazione “Fratelli della stazione”, impegnati dal 1998 a fianco degli ultimi, erano stati multati per aver portato del cibo ai senzatetto, da lì l’idea dell’artista di fare un’opera sul mondo degli invisibili.

Tricarico ha lavorato senza sosta per due mesi e lo scorso 23 dicembre ci sono volute 12 ore per installare l’opera sul perimetro laterale del cinema.La gigantografia è stata realizzata su carta semplice con l’ausilio di pigmenti naturali e durante l’inaugurazione sono stati distribuiti cibo e bevande calde ai senzatetto che vivono in zona a ridosso della ferrovia. L’opera che racchiude in sé la fragilità dell’essere umano ha portato fortuna ad Antonio che in questi giorni lavora al Villaggio di Babbo Natale.

L’iniziativa fa parte delle attività del progetto Sinbad che vede coinvolti i Fratelli della Stazione , il Teatro Pubblico Pugliese, la Biblioteca Provinciale Magna Capitana, edizioni fogliodivia, Spazio Baol, Avvocato di Strada di Foggia.

Scarpa a sorpresa

In occasione della realizzazione di Closcià i volontari di “Fratelli della stazione” hanno lanciato anche l’iniziativa: Scarpa a sorpresa. Andando da De Pascale Calzature in Via Montegrappa 55 a Foggia, si può lasciare un’offerta, a fronte di una ricevuta di donazione intestata all’associazione. L’offerta potrà essere pari al costo di un paio di scarpe, ma anche inferiore. Con il ricavato complessivo delle offerte, verranno acquistate scarpe nuove per gli ospiti del dormitorio della Parrocchia di Sant’Alfonso.

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook