Roma: una nuova Pompei sotto Colle Oppio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sotto l’area della polveriera di Colle Oppio a Roma potrebbe nascondersi una nuova Pompei. Non a caso sorge proprio di fronte al Colosseo.

Di certo c’è solo che ogni volta che si scava, si trova sempre un tesoro archeologico. Mentre continuano i lavori per la realizzazione della metro C che stanno riportando alla luce un mondo sotterraneo di altissimo valore, la soprintendente capitolina Eleonora Ronchetti, lancia l’ennesimo annuncio.

E lo fa durante una commissione congiunta Cultura e Ambiente che ha acquisito i pareri sulla possibilità di realizzare un playground proprio in quella zona scelta dal I municipio.

Secondo la soprintendente sotto il manto erboso di Colle Oppio si nasconderebbe una nuova Pompei, ma “ci vorrebbe qualche milione di euro che permetta di fare uno scavo archeologico e accertare l’entità e l’estensione delle terme di Tito”.

“Come in tanti altri punti di Roma ci possa essere una nuova Pompei, ma al momento non mi sembra che ci siano le condizioni per procedere a uno scavo”, spiega in una nota Ronchetti.

La questione ha spaccato in due la maggioranza perché sull’area esistono già un campo da calcio e una pista di pattinaggio, ma adesso c’è l’intenzione di coprire una nuova area dove probabilmente si estendono le terme di Tito.

“Negli anni 1998/99 gli scavi vennero reinterrati per motivi di sicurezza pubblica. Era l’epoca di Ocalan e la comunità curda dormiva lungo l’area archeologica, dunque, fu deciso di reinterrarli per rendere sicuri gli scavi e la vita stessa delle persone”, dice ancora.

Attualmente gli scavi sono protetti e laddove una parte emerge non ci sono comunque impianti sportivi, ma qualcuno pensa che realizzando un playground si dica addio definitivamente a una possibile riscoperta del tesoro. La Sopraintendenza sostiene però che i nuovi campi sarebbero solo un volano per la città e che comunque non andrebbero a scalfire ciò che c’è nel sottosuolo.

“I resti archeologici restano protetti, a meno che con qualche milione di euro si riaprano gli scavi e si recuperi una nuova Pompei, forse questa sembra la soluzione migliore”.

Se il progetto sarà approvato e poi realizzato la nuova Pompei rimarrà sotto la pista di pattinaggio, un campo da basket, due di calcetto e uno di calcio.

Gli altri tesori nascosti a Roma:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook