Quadri d’autore e icone realizzate con la spazzatura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Trasformare i rifiuti in capolavori. Tale sembra essere l’obiettivo degli artisti dei giorni nostri, in un mondo sempre più avvezzo allo spreco ed in cui, se la produzione di beni di consumo si fermasse da un momento all’altro, ci troveremmo completamente spaesati. Se così fosse, forse finalmente potremmo comprendere come gli oggetti che sembrano aver raggiunto la fine del proprio ciclo di vita, possano in realtà continuare ad esistere in nuove forme, anche artistiche.

Da simili pensieri ha preso il via il lavoro dell’artista francese Bernard Pras, che ha così deciso di trasformare i rifiuti in vere e proprie opere d’arte, rendendoli i materiali protagonisti della realizzazione delle proprie composizioni, che spesso imitano dipinti famosi in tutto il mondo o immagini fotografiche molto note. Secondo Bernard Pras, non è necessario acquistare materiali particolari per dare vita ad un capolavoro. È sufficiente rovistare tra i rifiuti e cercare ispirazione a partire da essi.

L’artista riproduce alla perfezione, utilizzando i rifiuti per la composizione di veri e propri collage e installazioni, opere d’arte raffiguranti personaggi noti, dipinti celebri nella storia dell’arte internazionale e sequenze cinematografiche. Egli denomina la sua arte utilizzando il termine “anamorphosis”, che si riferisce al fenomeno per cui un’immagine appare in tutto il proprio senso ed in tutta la propria completezza soltanto nel momento in cui essa venga osservata da una certa distanza o angolazione, oppure attraverso strumenti speciali.

urlo munch rifiuti

Bernard Pras ha raccolto la curiosità e l’immaginazione che lo avevano caratterizzato durante l’infanzia per riuscire a conferire al proprio lavoro una natura giocosa e divertente, che tra l’altro può essere considerata utile nell’avvicinare l’osservatore ad un tema spinoso come quello dei rifiuti prodotti quotidianamente dall’umanità, con particolare riferimento ai Paesi industrializzati. Decenni dedicati alla pittura ed alla scultura hanno permesso all’artista, ora sessantenne, di non banalizzare l’utilizzo dei rifiuti come materie prime e di creare delle opere artistiche davvero meritevoli di essere ammirate.

bernard pras i want you

arte rifiuti 1

Micheal Jackson

bernard pras re sole

Re Sole

rifiuti quadri dali

Salvator Dalì

rifiuti quadri venere di milo

Venere di Milo

bernard pras maschera

Per ammirare tutte le opere di Bernard Pras clicca qui

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook