Arriva il pesce mangia-plastica che libera le spiagge di Torre Canne dai rifiuti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La lotta all’inquinamento delle spiagge e dei mari causata dalla plastica sta coinvolgendo sempre più comuni in Italia e le iniziative contro l’abbandono dei rifiuti si moltiplicano. Quest’anno, in occasione del Fasano Fish Festival, è stato installato un grosso pesce mangia plastica sulle spiagge di Fasano per invitare turisti e abitanti a non abbandonare rifiuti sulla spiaggia.
L’opera d’arte sarà utile a mantenere le spiagge pulite ed evitare la dispersione di microplastiche in mare.

Il pesce mangia plastica sulla spiaggia di Fasano

Un grande pesce mangia plastica è stato installato pochi giorni fa a Lido Morelli, uno dei lidi più belli e visitati della Puglia. Il lido si trova in una zona immersa nella natura, all’interno del parco regionale e tra le coste di Torre Canne e Torre San Leonardo.

L’originale pesce mangia plastica su questa meravigliosa spiaggia è stato installato dal Gruppo di Azione Locale della Valle d’Itria con lo scopo di liberare le spiagge dai rifiuti e combattere l’inquinamento dei mari causato da plastica e microplastiche.

Il pesce mangia plastica si presenta così a turisti e abitanti:

“Vissuto nell’era del Plastocene, si nutre della plastica abbandonata dagli incivili , ma da solo non può farcela! Ha bisogno di te! Vieni al Fasano Fish Festival e metti nella sua pancia la plastica che trovi in spiaggia. Così aiuterai i pesci veri del nostro mare”.

All’interno della pancia del pesce sono stati già raccolti numerosi rifiuti: numerose bottiglie di plastica, ma anche lettini e materassini stanno “nutrendo” il grande pesce.

Oltre a sensibilizzare turisti e abitanti sull’abbandono dei rifiuti e sull’inquinamento, l’installazione del pesce mangia plastica ha l’obiettivo di sponsorizzare il Fasano Fish Festival, evento organizzato per promuovere le tradizioni gastronomiche della Valle d’Itria, che comprende i comuni di Fasano, Martina Franca, Locorotondo e Cisternino.

L’iniziativa si terrà il 29 e 30 giugno prossimi e promuoverà prodotti tipici e le tradizioni enogastronomiche .

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook