Palmira, l’Arco di Trionfo che non vedremo mai più

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Arco di Trionfo di Palmira è stato distrutto. È un altro pezzo di storia che non vedremo più per colpa della mano dell’uomo. Questa volta però i cambiamenti climatici, l’industrializzazione e via dicendo, c’entrano ben poco. Entrano in scena dinamiche più contorte legate a parole come rivendicazione, odio, guerra. E a pagarne le conseguenze sono monumenti, sculture, musei ovvero tutti quei luoghi dell’arte che ci parlano del nostro passato, della nostra storia.

L’Isis colpisce di nuovo, i miliziani hanno fatto saltare in aria l’Arco di Trionfo di Palmira, vestigia di epoca romana di oltre duemila anni. A comunicarlo è il sovrintendente alle antichità siriane:

Abbiamo ricevuto informazioni dal posto, secondo le quali l’Arco di trionfo è stato distrutto ieri (domenica). Lo Stato Islamico lo aveva minato qualche settimana fa, ha detto Mamoum Abdelkarim.

Arco Trionfo Palmira 1024x451

slide 427936 5533950 free

slide 427936 5533948 free

Non si ferma, dunque lo scempio a opera dell’esercito dello stato islamico che aveva conquistato il sito archeologico nel maggio scorso, mentre il 19 agosto aveva decapitato il custode, l’archeologo Khaled Assad, appendendo la sua testa a una colonna romana.

Siamo di fronte a una distruzione metodica della città. La voglio radere al suolo completamente. Sappiamo che l’Isis ha minato altri monumenti. Vogliono distruggere l’anfiteatro e il colonnato. Ormai abbiamo paura per tutta la città antica, ha concluso Abdelkarim, lanciando un appello: “la comunità internazionale deve agire per salvare Palmira.

Situato all’ingresso del celebre colonnato del sito di epoca romana patrimonio mondiale dell’umanità Unesco, l’Arco di trionfo era un’icona di Palmira. Prima della distruzione, Khaled Al Homsi, archeologo e attivista dei diritti umani, ha twittato una foto del monumento indicando con dei segni rossi le parti dell’arco che non esisterebbero più: la sommità centrale e quella dei due archi laterali.

Dominella Trunfio

LEGGI anche:

10 siti e monumenti che stanno scomparendo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook