Mai più selfie nei luoghi della Shoah: progetto choc per riflettere sull’Olocausto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Facce sorridenti, smorfie e perfino un bacio di coppia. Sono le foto che vengono scattate al Memoriale dell’Olocausto di Berlino che un artista israeliano trova completamente irrispettose nei confronti delle 6 milioni di vittime della Shoah.

“Nessun evento storico è paragonabile all’Olocausto eppure il comportamento di alcune persone sul sito memoriale è davvero assurdo” dice Shahak Shapira, un artista israeliano di 28 anni emigrato con la famiglia nella capitale tedesca quando era adolescente.

Così Shapira, senza il consenso degli utenti (che possono comunque chiedere la rimozione a [email protected]) ha selezionato decine di fotografie prese dai profili social che ritraggono sorrisi, pose yoga e via dicendo davanti alle 2711 stele sparse in Cora-Berliner Strasse.

LEGGI anche: GIORNATA DELLA MEMORIA: LE TOCCANTI OPERE DEI DETENUTI EBREI IN MOSTRA A BERLINO (FOTO)

Quelle foto sono diventate dei fotomontaggi raccapriccianti, dove quelle stesse persone sono protagoniste dello scenario nazista tra prigionieri e cadaveri.

immagini olocausto5
immagini olocausto4
immagini olocausto3

LEGGI anche: 27 GENNAIO: IL GIORNO DELLA MEMORIA

Immagini choc e provocatorie che fanno parte del progetto Yolocaust che mira a far riflettere sul dramma dell’Olocausto e vuole educare le future generazioni al rispetto dei luoghi che ricordano le tragedie del passato.

immagini olocausto2
immagini olocausto1
immagini olocausto

Dominella Trunfio

Foto: Yolocaust

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook