La nuova rubrica di Matteo Viviani su GreenMe

Impatto in profondità: queste foto strazianti dell’inquinamento degli Oceani ci colpiscono forte e duro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono stati annunciati i vincitori del concorso “Ocean Photography Awards 2021”, che attraverso la fotografia celebra le meraviglie dell’oceano e fa luce sui pericoli che ne minacciano l’equilibrio. 

Ad aggiudicarsi il primo premio come “Ocean Photographer of the Year” è stata Aimee Jan. La sua tartaruga circondata di pesci ha conquistato tutta la giuria. Secondo in classifica Henley Spires, terzo Matty Smith con la fotografia di un cucciolo di tartaruga impegnato nella sua prima nuotata. 

Renee Capozzola, fotografa e insegnante di biologia di Los Angeles, ha vinto invece il premio “Female Fifty Fathoms”, una nuova categoria introdotta dal concorso per celebrare le donne nella fotografia oceanica. Protagonista del suo scatto uno squalo pinna nera del reef. 

Tra le fotografie in gara, quelle che ci hanno maggiormente colpito riguardano però l’inquinamento degli oceani, che ogni anno provoca la morte di moltissime creature marine. Come lo scatto di Kerim Sabuncuoglu, che ha ritratto una murena soffocata da un amo da pesca abbandonato. 

Di seguito ecco le foto più significative e strazianti tra quelle che hanno vinto il prestigioso concorso o che, pur non essendosi aggiudicate alcun premio, fanno riflettere sulla triste situazione degli oceani.

Kerim Sabuncuoglu, l’impatto delle lenze abbandonate

Protagonista dello scatto di Kerim Sabuncuoglu, che si è aggiudicato la vittoria nella categoria “Ocean Conservation”, è una murena morta, un’immagine terribile che vuole sensibilizzare le persone sul problema delle reti fantasma.

Il povero animale, spiega il fotografo, non si è accorto dell’amo da pesca nascosto nel suo cibo e ha tentato invano di liberarsi. Ma lo sforzo non ha fatto che peggiorare la situazione soffocandolo lentamente. Lenze e reti da pesca abbandonate in acqua, le cosiddette reti fantasma, continuano a uccidere ogni anno moltissimi pesci e creature marine. Un problema di dimensioni enormi che peggiora con l’adozione di tecniche di pesca sempre più aggressive. 

Steven Kovacs, mo0zziconi in fondo al mare

I mozziconi di sigaretta hanno effetti devastanti sui mari e sul suolo. Come dimostra la fotografia scattata da Steven Kovacs nelle acque della Florida, dove un pesce stava ingoiando un mozzicone abbandonato, ignaro del tragico errore. – Mi sono sentito obbligato a intervenire -, ha dichiarato Steven, – perché non riesco a immaginare come sarebbe andata per il pesce, se avesse finito di ingoiare il suo “pasto”.-

Sempre di Steven Kovacs è la fotografia che, nelle acque delle Filippine, ritrae una femmina di Argonauta che si aggrappa a un pezzo di spazzatura galleggiante.

Nicholas Samaras, il cavalluccio e la mascherina

Un cavalluccio marino incastrato in una mascherina chirurgica è il protagonista dell’incredibile fotografia di Nicholas Samaras. Il fotografo, che si immerge spesso in mare, ha spiegato che l’uso obbligatorio di mascherine usa e getta, dovuto alla pandemia, ha notevolmente peggiorato il problema della contaminazione delle acque. E il suo scatto ne è l’ennesima dimostrazione.

Thien Nguyen, la pesca eccessiva

Le acciughe rappresentano la materia prima più importante per produrre la tradizionale salsa di pesce vietnamita. Purtroppo però quando la pesca è eccessiva, balene, salmoni, uccelli marini e altri predatori che se ne cibano, si ritrovano senza fonte di sostentamento rischiando la morte. Il fotografo Thien Nguyen, in questa immagine, ha catturato il momento della pesca delle acciughe in prossimità di Phu Yen, facendo luce su questo problema. 

Jason Gulley, la strage dei lamantini

In Florida stanno morendo moltissimi lamantini, a partire dal 20 agosto hanno perso la vita almeno 920 esemplari e a quattro mesi dalla fine del 2021, la Florida ha già superato la media quinquennale di 578 lamantini morti. Jason Gulley ha voluto fare luce sul triste fenomeno, fotografando un lamantino morto nell’Indian River Lagoon. Un problema dovuto purtroppo all’inquinamento, che distrugge la vegetazione acquatica di cui si nutrono i lamantini. 

 

Aimee Jan: la foto vincitrice del primo premio

La fotografia vincitrice dell’edizione 2021 è stata scattata da Aimee Jan presso una delle barriere coralline più grandi del mondo, Ningaloo Reef. Protagonista una tartaruga circondata da migliaia di incredibili pesci.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

FONTE: Ocean Photography Awards

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook