Nasce a Milano il primo museo del mondo della filosofia. AAA, cercasi logo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nel mondo esistono musei di ogni genere, ma non uno per la filosofia. Ci pensa il dipartimento di Filosofia dell’università Statale di Milano, e tu puoi aiutarlo!

Un “Museo delle Filosofia” a Milano dove, sull’esempio dei grandi musei dedicati alla scienza presenti nelle più importanti città del mondo, raccontare le più significative teorie e domande filosofiche.

Lo scopo del Museo della filosofia è mostrare che il loro senso, fascino e importanza può essere compreso senza passare necessariamente dalla lettura di testi impegnativi o di natura scolastica.

“Molti hanno conosciuto la filosofia esclusivamente attraverso lo studio dei manuali, che non soltanto sono spesso difficili e poco accattivanti, ma talvolta sono anche all’origine di un fraintendimento che nella cultura italiana è particolarmente diffuso”, spiegano gli ideatori.

L’obiettivo è introdurre i viistatori con giochi, video, esperimenti, e simulazioni (proprio come nella tradizione consolidata dei Musei della Scienza) a grandi domande filosofiche: – Chi sono io? Esiste il libero arbitrio? Esistono valori morali oggettivi? Esiste un mondo al di fuori di come lo percepisco? E che cosa significa davvero ‘percepire’?.

AAA, CERCASI LOGO

A questo progetto sta lavorando il dipartimento di Filosofia “Piero Martinetti” dell’Università Statale, che ora lancia una call per il logo del Museo della Filosofia, destinata all’intera comunità universitaria.

Per partecipare c’è tempo fino al 21 giugno e basta proporre “un’immagine che possa rappresentare l’idea di un Museo della Filosofia in modi creativi e accattivanti”, come recita il bando.

Lo scopo del Museo della Filosofia sarà quello di mostrare come il senso, il fascino e l’importanza delle domande filosofiche possono essere compresi non solo sui “manuali” o dai complessi testi dei più importanti filosofi, ma anche attraverso esperienze interattive, esperimenti mentali, formulazione di paradossi e strategie argomentative alla portata di tutti, al pari di altre discipline.

Come partecipare

Ogni partecipante può inviare più di una proposta di logo, per un massimo di tre, all’e-mail [email protected] entro il 21 giugno 2019, indicando nell’oggetto “Proposta logo”.

Il logo deve essere:

  • un’immagine inedita
  • in formato vettoriale (.ai o .eps) o, in alternativa, in .jpeg o .png, ma con una risoluzione che permette di ingrandire o ridurre l’immagine senza perdere chiarezza ed efficacia grafica e comunicativa
  • essere riproducibile sia a colori che in bianco e nero.

La proposta vincitrice sarà adottata come logo ufficiale del Museo della Filosofia e la sua autrice o autore riceverà un premio di 300 euro.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook