I meravigliosi murales aztechi dell’Università messicana (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alcune delle sue pareti sono coperte da murales dipinti da famosi artisti messicani e la sua bellezza è stata riconosciuta perfino dall’Unesco che la considera come delle più importanti icone di urbanistica e architettura moderna in America Latina.

Parliamo dell’Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM), una delle principali al mondo di lingua spagnola. Fino a circa 70 anni fa, essa occupava una serie di antichi palazzi ed edifici ma dal 1943, ha un proprio campus progettato dagli architetti Mario Pani ed Enrique del Moral e un team di oltre 60 designer.

Al suo interno ci sono edifici universitari, impianti sportivi come lo Stadio Olimpico, il centro culturale, la Biblioteca centrale e diversi musei, tutti circondati da vasti giardini. Molti degli edifici sono coperti con murales dipinti da alcuni degli artisti più conosciuti nella storia del Messico, come Diego Rivera e David Alfaro Siqueiros.

national autonomous university mexicPhoto credit

national autonomous university mexic1Photo credit

national autonomous university mexic4Photo credit

La particolarità è che l’architettura moderna si fonde con la tradizione messicana pre-ispanica. Tra gli edifici più caratteristici, c’è la Biblioteca centrale: 10 piani ricoperti da enormi murales in mosaico con motivi aztechi e spagnoli che raffigurano l’antica storia del Messico.

Ciascuna delle quattro pareti rappresenta un’ epoca, la parete nord raffigura la preispanica, quella sud il passato coloniale, quella orientale la contemporanea, mentre la parete occidentale l’Università. Gli affreschi sono stati fatti da Juan O’Gorman e le piastrelle provengono da tutto il paese, per questo i loro colori sono così belli e diversi.

national autonomous university mexic23Photo credit

national autonomous university mexic15Photo credit

national autonomous university mexic16Photo credit

national autonomous university mexic20

Photo credit

Dominella Trunfio

LEGGI anche:

MURALES SULLE SCALE: L’ARTISTA RUSSO CHE TRASFORMA LE CASE IN CAPOLAVORI

STREET ART: A LONDRA I MURALES DI LOUIS MASAI PER SALVARE LE API

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook