Mulan, ritorna in live action l’eroina leggendaria che sfida i limiti imposti alle donne dalla società

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lontana dal candore di Biancaneve, anni luce dalla remissività di Cenerentola. Mulan è quanto di più distante ci sia dall’immagine stereotipata delle principesse: è leggendaria ed eroina insieme, dentro di lei c’è tutta la secolare forza che le donne hanno di “fare da sé”. Per ora solo per gli abbonati di Disney+, ritorna in un remake live action firmato da Niki Caro.

Disponibile direttamente sulla piattaforma da oggi 4 settembre, con Accesso VIP a 21,99 euro, il film – con protagonista Liu Yifei – rende omaggio al wuxiapian (pellicole che raccontano le battaglie di personaggi mitici e di eroi marziali della tradizione cinese) e si ispira al poema cinese La Ballata di Mulan, scritto più di 1500 anni fa, il testo più noto sulla leggendaria eroina.

Già col cartone del ’98, Disney continuava il suo percorso verso una moderna emancipazione femminile (prima di lei Ariel, Belle o anche Jasmine di Aladdin e poi, molto, dopo Elsa di Frozen o la principessa Merida) e ora con Mulan ha voluto trovare una nuova forte icona in cui far identificare il popolo al femminile.

E non solo: lo stesso status di “Principessa Disney” (ormai spesso un principe nemmeno c’è) è ormai lontano anche da una dimensione classista e viaggia, Deo gratias, verso una più ampia visione che dia valore pratico alla introspezione individuale e all’affrancamento delle protagoniste.

mulan film

©Walt Disney Studios

E così fa Mulan: anziché onorare le tradizioni di una famiglia di stampo patriarcale, decide di superare ogni limite e di prepararsi di nascosto fin da bambina a diventare una guerriera. Quando un nuovo nemico costringe a un’altra chiamata alle armi da parte dell’imperatore, la ragazza – data l’impossibilità di combattere del padre, veterano di guerra rimasto invalido – si finge uomo per arruolarsi al suo posto.

Si ritrova così a dimostrare in mille peripezie le sue straordinarie qualità allaguida dell’esercito contro Bori Khan. E, ovviamente, conquista onori, meriti e una grossa soddisfazione personale.

Qui sotto il trailer:

Curiosità: il film ha sui titoli di coda l’unica canzone presente nella colonna sonora, cantata nella versione italiana da Carmen Consoli. Buona visione!

Fonte: Walt Disney Studios

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook