Michelangelo e Raffaello finalmente insieme: il nuovo allestimento agli Uffizi di Firenze (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Michelangelo e Raffaello nella stessa sala agli Uffizi di Firenze, un nuovo allestimento che mette a confronto due artisti straordinari che dal 1504 al 1508 si incrociarono proprio nel capoluogo toscano, ecco in anteprima qualche immagine.

La sala è la numero 41, quella che fino all’ottobre del 2016 ha ospitato le opere di Botticelli. Così adesso il celebre Tondo Doni di Michelangelo si trova accanto alla Madonna del Cardellino di Raffaello. Il secondo piano degli Uffizi diventa così un armonioso connubio che esalta i dipinti dei due artisti.

Le pareti sono di colore grigio e ospitano anche altri capolavori di Raffaello come i ritratti di Guidobaldo da Montefeltro ed Elisabetta Gonzaga, quelli di Angelo e Maddalena Doni ed il San Giovannino, tanto per citarne alcuni.
Ci sono poi tre dipinti di Fra Bartolomeo: la grande Visione di San Bernardo, Porzia ed il piccolo dittico dell”Annunciazione’, ed una marmorea testa ellenistica, l’Alessandro morente.

“Abbiamo concentrato 11 vere e proprie bombe della storia dell’arte in questa nuova sala sono tutti capolavori, che abbiamo tolto da punti della galleria dove, per varie ragioni, non avevano la visibilità che meritavano affinché insieme, con la loro incredibile forza espressiva, potessero simboleggiare e celebrare la gloria del primo decennio del ‘500. Allora, Firenze era capitale artistica, culturale scientifica di tutto il mondo: in pratica, insieme la Soho, la Montmartre, la Silicon Valley dell’Occidente di allora”, spiega il direttore degli Uffizi Eike Schmidt.

uffizi firenze
uffizi firenze1
uffizi firenze2
uffizi firenze3
uffizi firenze5

Il 9 luglio, accanto a questo nuovo allestimento verrà inaugurata una sala nuova per Leonardo dove sarò possibile ammirare L’Adorazione dei Magi e l’Annunciazione e il Battesimo di Cristo che a detta del direttore, non avevano la giusta collocazione.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Foto: Ansa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook