tiziano_terzani

In contrasto con la specializzazione tipica di ogni professione moderna, forse nessuno meglio di Tiziano Terzani ha saputo mettere a frutto il grande vantaggio dell'essere giornalista: la possibilità eccezionale di allargare il proprio sguardo, di spaziare e indagare orizzonti vasti e non codificati.

Attenta studiosa della figura di Terzani nei suoi aspetti più profondi e filosofici, in Tiziano Terzani: la forza della verità (Edizioni Il Punto d'Incontro, 2015) Gloria Germani ne delinea un ritratto che va oltre la semplice biografia cronologica, per porre l'accento sull'insegnamento spirituale, oltre ogni concezione dualistica del mondo e dell'essere umano.

La mente di Terzani, già per natura esploratrice, inizia fin dalla fine degli anni Novanta a spaziare verso qualcosa di diverso o piuttosto "un tutto" che sente sfuggire inesorabilmente dalle maglie di una visione materialistica del mondo moderno. Lo sguardo di Tiziano è un continuo andare e venire: tra manager rampanti e chi invece ha preferito rinunciare alla modernità, tra la medicina allopatica e quella omeopatica. Ed è proprio questo continuo confronto, lucido e distaccato, a permettergli di cogliere l'essenziale dei vari atteggiamenti sulla concezione della vita e della morte.

Questa visione obiettiva lo spinge a rendersi conto che l'uomo ha sì compiuto negli ultimi trecento anni dei progressi enormi, inconcepibili fino a qualche tempo fa ma, come afferma egli stesso in Lettere contro la guerra, "Il nostro grande progresso materiale non è andato di pari passo con il nostro progresso spirituale".

Forse è ormai il tempo di abbandonare una conoscenza che si illude di essere neutrale rispetto al mondo materiale, oggettivo. In due parole, dobbiamo smettere di credere che la nostra felicità stia nel mondo esterno, nel possesso delle cose materiali esterne. Come ha scoperto la fisica quantistica, questa separazione non esiste. Dobbiamo dunque capirla, questa non-separazione, questa non-dualità, per rivolgerci verso l'interno, verso quella straordinaria cosa che è la nostra mente.

terzani copertina

La rivoluzione interiore che Terzani auspica è quindi essenzialmente una rivoluzione della maniera di pensare. Come ribatte egli stesso, la verità non è la nostra superficiale divisione tra il Bene e Male, non è la logica aristotelica per cui ciò che è bianco non è nero, non è la divisione tra gli altri, i nemici, e noi:

"L'ultima possibile rivoluzione non è quella di cambiare il mondo fuori, ma quella di cambiare il mondo dentro di noi. Poi per riflesso cambia anche il mondo fuori".

Per acquistare il libro e leggere l'anteprima clicca qui

LEGGI anche:

10 lezioni di vita che ci ha lasciato Tiziano Terzani (VIDEO)

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram