La libreria di Bologna dove i libri non si vendono e non si comprano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Bologna c’è una libreria molto particolare in cui i libri non si vendono e non si comprano. Chiunque può prendere un libro senza pagare un centesimo perché è tutto gratis.

Alla libreria Libri liberi di via San Petronio vecchio, infatti, i volumi si passano di mano in mano e sono tutti a disposizione di chiunque voglia leggerli, senza nessun obbligo di restituirli.

L’idea è venuta qualche anno fa ad Anna Hilbe mentre leggeva un articolo che parlava di due librerie in cui i libri erano gratis. Perché non replicare la stessa esperienza in Italia?

Nel 2013 ha aperto la sua libreria riempiendola all’inizio con i suoi libri e quelli del marito americano. Poi piano piano, grazie al passaparola sono arrivate le prime donazioni. Così oggi tra vocabolari, libri di letteratura, romanzi, gialli e via dicendo, la libreria è diventata un punto di riferimento non solo per gli abitanti del quartiere.

Vista la varietà di libri che si possono trovare anche gli utenti sono diversi: dalla giovane mamma all’anziano, dagli studenti universitari agli appassionati di cinema e fotografia.

libri liberi

Il meccanismo è molto semplice: si possono portare i libri che non si usano più o si possono prendere in prestito, lo scambio non è obbligatorio, quindi per portarne a casa uno, non se ne deve regalare per forza un altro. Non è quindi una vera e propria forma di bookcrossing perché ognuno è libero di agire come meglio crede.

Una volta entrato nel regno di Anna, sul volume viene apposta la frase “questo libro non si compra e non si vende”. Una bella esperienza che permette non solo di incentivare la lettura, ma di creare una comunità di lettori viva e variegata.

Dominella Trunfio

Foto

LEGGI anche:

BOOKCROSSING: 10 LUOGHI E INIZIATIVE PER LO SCAMBIO DI LIBRI IN ITALIA E NEL MONDO

BOOKCROSSING PER BAMBINI: LO SCAMBIO CHE DÀ SENSO AI LIBRI

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook