Global Teacher Prize 2020: per la prima volta un prof italiano nella top 10 degli insegnanti più bravi al mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Torna il Global Teacher Prize, il Nobel dell’insegnamento che premia i migliori docenti, e quest’anno per la prima volta nella rosa dei dieci finalisti selezionati rientra un professore italiano.

Lui è Carlo Mazzone, insegna Informatica all’Istituto Lucarelli di Benevento e grazie a lui gli studenti progettano di continuo vere e proprie start up innovative. Selezionato tra più di 12mila candidature provenienti da oltre 140 Paesi del mondo dalla giuria della Varkey Foundation, è di fatto il primo italiano che rientra nella top 10.

Cos’è il Global Teacher Prize

Si tratta di un premio di 1 milione di dollari offerto ogni anno a un insegnante “eccezionale” che sia stato in grado di dare un eccellente contributo alla professione.

Il premio serve a sottolineare l’importanza degli educatori e il fatto che, in tutto il mondo, i loro sforzi meritano di essere riconosciuti e celebrati. Di contro, con il Global Teacher Prize si tenta di riconoscere proprio l’impatto che i migliori insegnanti possono avere non solo sugli studenti ma anche sulle comunità che li circondano e sulle generazioni future.

La competizione è aperta a tutti gli insegnanti, indipendentemente dal tipo di scuola e dal Paese in cui si trovano e possono partecipare anche insegnanti che lavorano con bambini di almeno 4 anni in programmi per la prima infanzia riconosciuti dal governo, così come quelli che lavorano part-time e che impartiscono corsi online.

Chi è Carlo Mazzone

Dopo un’esperienza in diverse aziende, Mazzone è entrato ad insegnare a scuola dal 2004. Il suo lavoro su C e C++ in Italia è diventato un bestseller ed è usato anche in alcune università. Carlo Mazzone ha anche il titolo ufficiale di animatore digitale, guida la realizzazione nella sua scuola del Piano Nazionale Scuola Digitale del governo, e ha dato vita diverse piattaforme di e-learning per gestire e semplificare il lavoro dei suoi studenti.

Gli studenti di Mazzone hanno affrontato con successo le competizioni Junior Achievement per la formazione aziendale, vincendo la fase regionale in Campania e il concorso nazionale italiano del 2019. La sua classe ha così rappresentato l’Italia al concorso internazionale di Lilla, classificandosi seconda. Infine, i suoi ragazzi hanno vinto anche il concorso I giovani e le scienze a Milano, sponsorizzato dall’Unione Europea.

Fonte: Global Teacher Prize

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook