@Global Teacher Prize

Global Teacher Prize 2021: un prof italiano nella top 50 degli insegnanti più bravi al mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sta per tornare il Global Teacher Prize, il Nobel dell’insegnamento che premia i migliori docenti, e anche quest’anno, alla settima edizione, c’è un professore italiano. Dopo Carlo Mazzone, che l’anno scorso ha rappresentato il primo italiano nella top 10, questa è la volta di Leonardo Durante, docente di Sistemi Automatici all’Istituto Tecnico Industriale Enrico Fermi di Roma, selezionato tra i 50 finalisti.

Allo stesso tempo, Mirko Cazzato, studente di 19 anni alla WeDoAcademy di Lecce è stato incluso tra i 50 finalisti in lizza per il nuovo premio gemello, il Chegg.org Global Student Prize 2021.
 
Leonardo, è stato selezionato tra oltre 8mila candidature, suggerite e presentate, provenienti da 121 Paesi di tutto il mondo. Mirko, è stato scelto tra oltre 3.500 candidature, suggerite e presentate, provenienti da 94 Paesi di tutto il mondo.

Cos’è il Global Teacher Prize

Si tratta di un premio di 1 milione di dollari offerto ogni anno a un insegnante “eccezionale” che sia stato in grado di dare un eccellente contributo alla professione.

Il premio serve a sottolineare l’importanza degli educatori e il fatto che, in tutto il mondo, i loro sforzi meritano di essere riconosciuti e celebrati. Di contro, con il Global Teacher Prize si tenta di riconoscere proprio l’impatto che i migliori insegnanti possono avere non solo sugli studenti ma anche sulle comunità che li circondano e sulle generazioni future.

La competizione è aperta a tutti gli insegnanti, indipendentemente dal tipo di scuola e dal Paese in cui si trovano e possono partecipare anche insegnanti che lavorano con bambini di almeno 4 anni in programmi per la prima infanzia riconosciuti dal governo, così come quelli che lavorano part-time e che impartiscono corsi online.

Chi è Leonardo Durante

Docente di Sistemi Automatici presso l’Istituto Tecnico Industriale Enrico Fermi di Roma, è noto per l’innovazione, l’entusiasmo dei suoi studenti e il desiderio di creare invenzioni che possano risolvere sfide pratiche. Insieme hanno creato un casco da moto con frecce di svolta integrate, un carrello della spesa che aiuta gli anziani e le persone con disabilità, una serratura domotica con un elevato grado di sicurezza informatica e il Trashbot, un robot che riconosce la spazzatura e la ricicla correttamente: tutti esempi della visione di Leonardo.

Grazie progetti stimolanti molti studenti di Leonardo Durante si appassionano alla matematica, all’elettronica, all’informatica e all’automazione, il 40% va all’università, il 60% trova lavoro come tecnico specializzato in elettronica, automazione, informatica o telecomunicazioni, anche presso istituzioni prestigiose come il CERN di Ginevra.

I suoi metodi di insegnamento “learning by doing” e “problem solving” incoraggiano gli studenti a usare la tecnologia per risolvere i problemi, il che, combinato con l’insegnamento in diverse lingue e i viaggi all’estero con gli studenti sul campo, gli permette di ottenere risultati eccellenti. I suoi studenti hanno vinto concorsi, hackathon e sfide interscolastiche; ha anche collaborato con la polizia di Stato in un’iniziativa che affrontava il cyber-bullismo e ha vinto vari riconoscimenti, tra cui un premio alla carriera per i migliori insegnanti.

Chi è Mirko Cazzato

Studia alla WeDoAcademy di Lecce, è il diciannovenne co-fondatore della startup sociale Mabasta (Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti) – un nuovo progetto guidato da adolescenti per affrontare il problema del bullismo e del cyberbullismo.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Varkey Foundation Global Teacher Prize 2021

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook