Fai un tuffo nei quadri di Monet

C’è una storia che inizia in un giardino, nello scrigno incantato di un genio che ha fatto dell’acqua, dell’aria, della luce, il suo immortale pennello. E’ il giardino di Claude Monet che arriva sul grande schermo il 26, 27 e 28 novembre.

Imperdibile per gli amanti dell’Impressionismo che vogliono immergersi in un viaggio tra ninfee, papaveri e scrigni d’acqua dipinti da Monet. Il film evento si intitola appunto ‘Le ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e di luce’ ed è prodotto, nell’ambito de La Grande Arte al Cinema, da Ballandi Arts e da Nexo Digital.

Il viaggio inizia a Le Havre dove Monet trascorre il primo periodo della sua vita artistica, ma attraversa la Senna, tra Poissy, Argenteuil, Vétheuil, Giverny.

Proprio qui, durante la Prima guerra mondiale, il papà dell’Impressionismo dipinge senza tregua.

Ma solo a Parigi nel Musée de L’Orangerie nel maggio del 1927, l’amico George Clemenceau inaugurerà il museo dedicato alla Grand Décoration, troppo tardi per Monet morto solo cinque mesi prima senza vedere la propria opera compiuta.

monet film2

A guidare gli spettatori alla scoperta dei luoghi, delle opere fin dentro il giardino della sua casa Elisa Lasowski. Tra gli altri interventi anche quello della fotografa fiamminga Sanne De Wilde e quello della giardiniera della Fondation Monet, Claire Hélène Marron. La colonna sonora originale del film è firmata da Remo Anzovino.

monet film3

Godiamoci questa anteprima:

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook