Il Gruffalò, Zog e la Strega Rossella rivisitati per insegnare le regole di distanziamento ai bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ve lo ricordate “Il Gruffalò“, buffo mostro spaventa-animali che prende vita dalla fantasia di un topolino? E “Bastoncino” della famiglia dei bastoncini? E Strega Rossella? E Zog?  Sono tutti personaggi nati dalla fervida immaginazione dell’autrice Julia Donaldson e dell’illustratore Axel Scheffler.

Ebbene, in tempi di coronavirus, la coppia ha deciso di riproporli ai bambini alla luce delle nuove misure di sicurezza, per aiutarli a comprendere meglio le regole in vigore, così importanti per evitare che il contagio si diffonda.

Scopriamo una ad una le simpaticissime immagini dei personaggi più famosi dei loro libri… a distanza di sicurezza!

Partiamo proprio da lui, Il Gruffalò, intento a seguire il topolino mantenendo una distanza di almeno 2 metri.

E rieccolo insieme alla sua piccolina, entrambi al sicuro nella grotta. Perché è meglio non uscire di casa!

Strega Rossella non rinuncia a volare sulla scopa ma rigorosamente a distanza di un metro dai suoi amici, provvista non solo di bacchetta magica ma anche di mascherina.

Zog e i medici volanti consigliano al leone raffreddato di starnutire in un fazzoletto di carta e non sulle zampe. Buona pratica!

Il Gigante più elegante insegna ai bambini a lavarsi le mani correttamente, vantandosi di essere il più pulito dell’intera città. E che altro potevamo aspettarci da un gigante raffinato come lui!

Charlie Cook resta a casa a leggere, intrattenendo il suo gatto e il topolino.

Harry Frumento e Betty Paglierina non possono sposarsi ma devono rimandare il matrimonio a una nuova data, quando tutti staranno bene.

La nonna e il nonno di “Gli smufi e gli Smei ” sono tutti soli ma si rallegrano non appena i nipoti li chiamano. Telefonare ai nonni è un ottimo modo per stargli vicino senza metterli a rischio.

Anche il Topo Brigante ha paura del coronavirus ed essendo un ladro esperto, vuole appropriarsi di tutto il sapone che c’è in bottega senza lasciare niente a nessuno. Che egoista! Non si fa così.

Il Vecchio Saggio di “Una casetta troppo stretta” raccomanda agli animali di restare nella propria casa.

Anche Bastoncino e la sua famiglia se ne stanno rintanati nel loro albero, ma si mantengono in forma facendo un po’ di sana ginnastica.

Mentre Prunella e Pat di Bigio il Randagio (“Tabby Me Tat) nella versione originale stanno a casa a fare a maglia!

FONTI: Facebook

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook