@Google

Buona Festa degli Insegnanti 2021! #GoogleDoodle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

“Un insegnante colpisce per l’eternità; non si può mai dire dove la sua influenza si ferma” pensava lo scrittore americano Henry Brooks Adams. Ed è proprio così: i bravi insegnanti non si limitano a fornire, ma sanno andare oltre e riescono a tirar fuori il meglio dei bambini e dei ragazzi, in molti casi riuscendo a influenzare le loro scelte future.

Per omaggiare gli insegnanti, nel 1994 l‘UNESCO ha deciso di istituire una giornata, che si celebra proprio oggi – 5 ottobre – in tutto il mondo. Anche Google ha voluto dedicare un bellissimo Doodle con una vignetta dove le api sono le protagoniste: un’ape più grande fa da maestro, mostrando un libro a delle piccole api che lo ascoltano incuriosite. 

Ma qual è l’obiettivo del World Teachers’ Day? In realtà la giornata commemora la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’Unesco sullo status di insegnante, che rappresenta la principale struttura di riferimento per i diritti e le responsabilità dei docenti a livello mondiale e ha come scopo quello di approfondire il ruolo dei professionisti della formazione, le sfide che affrontano quotidianamente e difficili condizioni di lavoro con cui spesso devono fare i conti, soprattutto in certi Paesi del mondo. 

Più di recente, con l’adozione dell’Obiettivo 4 di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite ( “Istruzione di qualità”), i docenti vengono riconosciuti come protagonisti per l’attuazione dell’Agenda 2030 sull’educazione. Infatti, il loro impegno è necessario per fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti. Proprio gli insegnanti, quindi, possono contribuire a incrementare il livello di alfabetizzazione globale e migliorare la vita dei ragazzi. 

Buona festa a tutti gli insegnanti del mondo! 

Seguici su Telegram |Instagram |Facebook|TikTok|Youtube

Fonte: Google/UNESCO

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook