Gli archeologi scoprono 27 nuove tombe intatte nel luogo di sepoltura egiziano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un eccezionale ritrovamento all’interno della necropoli desertica di Saqqara, in Egitto. Le autorità egiziane hanno scoperto 27 sarcofagi di 2.500 anni fa completamente sigillati. Ciò che rende queste bare così speciali tra le migliaia sepolte nel complesso della tomba è il fatto che sono rimaste intatte per millenni e sono ancora completamente sigillate, centinaia di anni dopo la morte dei loro abitanti.

In un primo momento, si pensava che ci fossero 13 sarcofogi, ma altri 14 sono stati scoperti in seguito. Gli esperti dicono che si tratta della scoperta più grande del suo genere.

Le foto del sito mostrano le bare ben conservate che sono state dipinte con colori vivaci. Sono fatte di legno e ci sono altri manufatti più piccoli intorno.

Secondo il Ministero del Turismo e delle Antichità dell’Egitto, le bare sono state trovate in un pozzo funerario a 11 metri di profondità, accatastate l’una sull’altra. I sarcofagi sono così ben conservati che anche alcuni dei colori dipinti sul legno sono ancora intatti. Una prima analisi ha permesso di scoprire che le bare probabilmente sono rimaste chiuse da quando sono state sepolte.

All’interno del pozzo funerario sono state trovate anche tre nicchie. Secondo il ministro Khaled Al-Anan, è probabile che ci siano altri sarcofagi ancora da scoprire all’interno del pozzo.

Si ritiene che Saqqara sia stata la necropoli di Menfi, un tempo capitale dell’antico Egitto. Per 3000 anni gli egiziani vi seppellirono i loro morti. Per questo è considerato un sito di grande interesse archeologico. E’ probabile che le tombe possano ospitare non solo gli esponenti delle classi nobiliari ma anche persone della classe media o operaia.

Nel corso dei millenni, molte di queste tombe sono state saccheggiate, per questo trovare un deposito di sarcofagi rimasti industurbati e non aperti per millenni lascia sperare che all’interno sia ancora presente l’originale corredo funerario.

Quest’ultimo non solo può fornire informazioni su chi è sepolto all’interno delle bare ma anche sulle antiche usanze funerarie egiziane. Non si conosce ancora l’identità delle persone racchiuse all’interno ma i lavori di scavo nel sito stanno continuando ed è probabile che presto avremo queste informazioni.

Fonti di riferimento: Sciencealert, Twitter/KhaledElEnany

LEGGI anche:

In Egitto sta per aprire il più grande Museo archeologico del mondo

Trovate in Egitto più di 20 antiche tombe vicino Luxor perfettamente intatte

Necropoli con 35 mummie scoperta in Egitto da spedizione italiana

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook