Jurassic Park all’Oasi di Macchiagrande: incontra i dinosauri a grandezza naturale (#NonEstinguerti)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Jurassic Park è qui: un remake dell’indimenticabile film di Steven Spielberg? No, una mostra del WWF che seguirà le estinzioni delle specie con l’hashtag #NonEstinguerti. Presso l’Oasi di Macchiagrande, a Fiumicino, sono esposte ricostruzioni iperrealistiche a grandezza naturale di dinosauri e altri animali preistorici. L’iniziativa è in corso dal 22 marzo e continuerà fino al 10 novembre. Da non perdere. Per grandi e piccoli.

I dinosauri erano i dominatori del Mesozoico, ma simboli della Preistoria come il Tirannosauro e il Triceratopo sono scomparsi nel corso della quinta terribile estinzione di massa, causata, secondo i paleontologi, dalla caduta sulla Terra di un enorme meteorite, circa sessantasei milioni di anni fa.

“Non fare come i dinosauri: #NonEstinguerti” è il messaggio dell’iniziativa. Ora infatti la situazione è molto diversa. Cambiamenti climatici, riduzione della biodiversità: su tutto questo aleggia la paura di un’altra irrimediabile estinzione di massa, stavolta non dovuta a cause naturali, ma alla scelleratezza di un’unica irresponsabile specie: l’uomo.

“La paleontologia studia la storia della vita sulla Terra, i meccanismi evolutivi, le estinzioni e la biodiversità – spiega Simone Maganuco, paleontologo e co-curatore della mostra – Tutte tematiche che sono anche di grande attualità, spesso purtroppo per le conseguenze negative legate all’impatto dell’uomo sull’ambiente”. Attraverso la mostra Dinosauri in Carne e Ossa, installata in un ambiente naturale come quello di Macchiagrande, vogliamo generare nel pubblico quel senso di curiosità e stupore verso il mondo della natura che può aiutare a volerlo conoscere meglio e, in ultima analisi, ad averne più cura”.

Mentre oggi spegniamo tutti la luce per un’ora aderendo alla mobilitazione Earth Hour per il clima promossa dallo stesso WWF, ricordiamo che non siamo eterni come non lo sono stati i dinosauri, ma soprattutto che la nostra sopravvivenza dipende da quella degli ecosistemi che ci circondano, che stiamo deliberatamente schiacciando in modo miope e autolesionista.

dinosauri mostra

Gli scienziati continuano a dirlo infatti: se un’estinzione di massa avviene per cause naturali, può essere l’avvio per una nuova era, se è una specie a compiere disastri volutamente, non c’è alcuna speranza di salvezza, né di ripresa.

La mostra è interamente ‘Made in Italy’, è nata dalla collaborazione tra GeoModel di Mauro Scaggiante e WWF Oasi e patrocinata dalla Maccarese SpA e dal Comune di Fiumicino. E non finisce qui, perché continua anche all’Oasi napoletana degli Astroni, con un nuovo percorso e nuovi modelli.

dinosauri mostra2

Per informazioni pratiche è bene consultare il sito dell’Oasi di Macchiagrande.

Leggi anche:

Roberta De Carolis

Foto: WWF

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook