Da Alice Pasquini a Joys: la street art negli ospedali del Lazio per ringraziare medici e infermieri, eroi contro il coronavirus

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Street art per dire grazie ai tantissimi medici e infermieri che in questi mesi non si sono fermati un attimo nella lotta contro il coronavirus. Negli ospedali del Lazio parte il progetto “Diciamo insieme grazie”: artisti di tutta Italia rendono omaggio al personale sanitario creando meravigliose opere sulle facciate dei nosocomi.

Promossa dalla Regione Lazio da un’idea di Sabina Minutillo Turtur e di Renato Fontana, l’iniziativa – presentata all’Ospedale San Camillo Forlanini di Roma – interesserà 12 ospedali laziali e si farà interprete, attraverso l’affascinante arte del muralismo, di uno speciale ringraziamento per non dimenticare e lasciare impressa una testimonianza negli anni a venire.

Sono circa centomila i medici, gli infermieri e il personale sanitario nel Lazio e oltre un milione in Italia. Donne e uomini che si sono trovati in prima linea quando il ciclone del Covid-19 si è abbattuto su tutto il territorio nazionale. Li abbiamo osannati e chiamati “eroi”, abbiamo applaudito dai balconi al loro operato e in troppi hanno pagato un prezzo troppo alto in termini di sacrificio personale.

Le opere in programma saranno realizzate da artisti del calibro di: Agostino Iacurci, Alice Pasquini, Greg Jager, Gummy Gue, Jonathan Calugi, Joys, Krayon, Lucamaleonte e Studio Tuta.

Mentre a fare da tela saranno le mura interne ed esterne di 12 ospedali: Istituti Fisioterapici Ospitalieri (Roma), INMI Lazzaro Spallanzani (Roma), Ospedale San Camillo-Forlanini (Roma), Ospedale San Filippo Neri (Roma), Ospedale Sandro Pertini (Roma), Ospedale Sant’Eugenio (Roma), Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS (Roma), Policlinico Tor Vergata (Roma), Ospedale di Belcolle (VT), Ospedale San Camillo de Lellis (RI), Ospedale Fabrizio Spaziani (FR) e Ospedale Santa Maria Goretti (LT).

Crediamo di non avere fatto nulla di particolare, se non essere riusciti a interpretare il vero sentimento dei cittadini e avere potuto trasmetterlo attraverso la nostra capacità creativa e organizzativa, grazie anche agli amici artisti che ci hanno seguito con entusiasmo”, dicono Sabina Minutillo Turtur e Renato Fontana.

Tutta l’operazione è una donazione dei promotori e degli artisti e ha il supporto tecnico di MAPEI che fornirà i materiali per la realizzazione delle opere tra luglio e ottobre 2020. L’iniziativa sarà raccontata attraverso il sito www.diciamoinsiemegrazie.it e i canali social dedicati all’iniziativa.

Fonti: Regione Lazio / Diciamo Grazie

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook