Da Rembrandt a Van Gogh, il Rijkmuseum rende disponibili gratuitamente più di 700.000 opere in HD

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Amanti dell’arte questa notizia vi piacerà! L’immensa collezione di opere d’arte del museo olandese, tra cui figurano grandi pittori come Rembrandt, Vermeer, Van Gogh e Steen, è ora accessibile dal sito del museo. 

Sebbene già nel 2012, con il lancio del progetto Rijksstudio, il Museo Nazionale di Amsterdam – meglio conosciuto come Rijksmuseum – aveva iniziato a rendere disponibile online gratuitamente le sue collezioni; la pandemia ha spinto ancora di più la sua politica di accessibilità, ponendosi l’obiettivo di portare il museo nelle case di tutto il mondo. Oggi noi possiamo non solo vedere più di 710 000 opere d’arte, ma anche scaricarle, modificarle e condividerle.

Opere di Vincent van Gogh al Rijksmuseum

Ovviamente non è la prima volta che un museo passa al digitale, ma qui si parla ancora di oltre il 70% delle opere del museo che vengono digitalizzate: il Rijksmuseum ha un patrimonio di poco più un milione di opere, ma “solo” 8000 di esse sono esposte al grande pubblico.

Le collezioni online del museo possono essere facilmente consultate nalla sezione Rijksstudio effettuando una ricerca per artista, periodo, luogo e tipo di oggetto. Gli utenti avranno a disposizione una quantità talmente enorme di opere d’arte, tra cui i dipinti e gli schizzi di Vermeer, Van Dyck, Rembrandt e Van Gogh che esplorando a fondo le collezioni, sicuramente si troverebbero degli artisti e opere di cui si ignorava l’esistenza. Ci si potrà divertire a zoomare sui dipinti per scoprire le pennellate e le crepe lasciate dal tempo e per capire l’immenso lavoro di digitalizzazione e archiviazione che la manovra ha richiesto.

“Ronda di notte” di Rembrandt, 1642

Durante il primo lockdown di aprile, il Rijksmuseum aveva presentato 10 modi per visitare il museo da casa, attraverso concetti come #rijksmuseumfromhome , in cui il personale del museo aveva condiviso storie sulle loro opere d’arte preferite da casa.

La primavera ha visto anche l’uscita di Rijksmuseum Masterpieces Up Close , un tour online che ha attirato 350.000 visitatori unici. Il tour ha vinto un Gouden Lovie e il People’s Choice Award.

Inoltre è disponibile l’app gratuita per esplorare la collezione del Rijksmuseum con 14 diversi tour multimediali e diversi percorsi personalizzati creati dai visitatori che utilizzano Rijksstudio. Un app che permette di esplorare il museo e la sua collezione direttamente sul cellulare o utilizzare lo smartphone come audioguida all’interno del museo quando tornerà ad essere possibile visitarlo dal vivo a partire dal 19 gennaio 2021 (salvo ulteriori restrizioni).

In Italia, dal 18 gennaio i musei riapriranno ma solo nelle zone gialle e nelle zone bianche e durante i giorni feriali; fortunatamente però tutti potremo continuare ad assaporare l’arte attraverso le collezioni gratuite digitali come quella del Rijksmuseum, con la speranza che presto riusciremo a rivivere i nostri musei senza alcuna limitazione. L’arte è essenziale per l’essere umano e neanche la pandemia può fermarla.

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook