Drive-in e film sotto le stelle: ai tempi del coronavirus, andremo al cinema così

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da Bologna a Ferrara, sono molte le città che stanno iniziando a organizzarsi per la fase 2, pensando a soluzioni che consentano di mantenere le distanze e le misure di sicurezza anche per godersi un film.

Il cinema ai tempi del Coronavirus

Mentre ci avviamo lentamente e inevitabilmente verso la cosiddetta fase 2, è lecito chiedersi cosa ne sarà dei cinema quando – gradualmente – si tornerà verso la normalità. Come ha riferito Claire Voon su Atlas Obscura, una soluzione potrebbe essere il ritorno al drive in: gli spettatori, dunque, potranno godersi il film che preferiscono comodamente seduti nella propria automobile.

L’Italia, a dire il vero, può già vantare alcuni cinema all’aperto, attivi sin da prima dello scoppio della pandemia: basti pensare, ad esempio, al Bovisa Drive-In, che si trova a Milano, dotato addirittura di uno schermo a led, capace dunque di proiettare i film anche in pieno giorno; esiste poi il Drive-In Garden Movie di San Tammaro (provincia di Caserta), con uno spazio tale da poter contenere ben centocinquanta macchine.

Anche Bologna non è da meno: Sotto le stelle del cinema è il nome dell’iniziativa culturale dell’estate, promossa dalla cineteca di Bologna, che – in tempi di Coronavirus – potrebbe diventare un drive in. Per quanto riguarda le location, si sta pensando a due opzioni: una di queste potrebbe essere il Parco Nord; l’altra, invece, il Dumbo, l’ex Scalo merci Ravone in via Casarini. Anche Ferrara sembra pronta per il drive in: l’Arci, infatti, sta studiando una soluzione per la rassegna di film sotto le stelle.

Sarà davvero questa la soluzione per risollevare le sorti del cinema? Staremo a vedere, di certo è un’alternativa valida per far prendere una boccata d’aria a chi lavora in quest’ambito. E, per tutti noi spettatori, potrebbe essere l’occasione giusta per riscoprire un po’ di romanticismo.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Basilio Petruzza ha conseguito la laurea triennale in Lettere, indirizzo Musica e Spettacolo, e la laurea magistrale in Dams, indirizzo Teatro-Musica-Danza. È uno scrittore e blogger, ha pubblicato due romanzi e ha un blog.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook