Cirque du soleil: artista precipita da 15 metri e muore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiamava Sarah Sarah Guillot-Guyard, in arte Sassoon. Era un’artista piena di forza ed eleganza, che sapeva far sognare ad occhi aperti con le sue fantastiche evoluzioni, come solo sanno fare gli spettacoli dell’unico circo che ci piace, quello umano. Se ne va a 31 anni, lasciando due bimbi, questa giovane performer del Cirque du Soleil, dopo un volo di 15 metri di fronte a una platea gremita al casinò MGM Grand di Las Vegas.

La tragedia si è consumata durante lo spettacolo Kà, mentre l’artista veniva issata al lato del palco. All’improvviso, durante la salita, è scivolata ed è caduta a terra. Inizialmente, il pubblico ha pensato che tutto fosse parte della lotta coreografata. Ma poi le urla e i gemiti sono stati chiari e una voce femminile gridava di dolore dal palco. Sarah aveva rovinosamente impattato con il suolo.

La donna, che gestiva una scuola per piccoli acrobati, è stata portata con urgenza al Centro Medico dell’Università, ma non c’è stato nulla da fare. Si tratta del primo decesso riportati in 30 anni di storia dell’azienda circense. Cirque Du Soleil ha rilasciato una dichiarazione, dicendosi “profondamente addolorato per la morte della Guyard. La famiglia è stata immediata informata dell’incidente“. Guy Laliberté, fondatore del Cirque du Soleil, si è detto “affranto” e ha rivolte le sue condoglianze alla famiglia.

Siamo tutti completamente devastati da questa notizia. Sassoon era un’artista del cast originale di Ka dal 2006 ed è stata parte integrante della nostra famiglia del Cirque du Soleil. La ricordiamo, con grande umiltà e rispetto, per il suo essere straordinaria, come lo sono tutti i nostri artisti ogni notte. Il nostro obiettivo ora è quello di sostenerci l’un l’altro come una famiglia. Abbiamo lavorato con le autorità competenti e abbiamo offerto la nostra piena collaborazione. Gli spettacoli di Ka saranno cancellati fino a nuovo ordine”, si legge in una nota del circo.

sara

Addio Sarah. La tua vita troppo presto spezzata ci ricorderà per sempre che senza animali il circo è più bello.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook