La casa del comandante: dagli scavi della metro di Roma riemerge un’antica domus (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli scavi per la realizzazione della metro C a Roma continuano a portare alla luce un mondo sotterraneo. Accanto a diversi mosaici, è stata ritrovata la ‘casa del comandante’, composta da 14 ambienti disposti attorno a un cortile centrale.

La scoperta è stata fatta durante i lavori alla stazione Amba Aradan, dove a 12 metri sottoterra è emersa una domus collegata ai dormitori della caserma di impianto traianeo e poi modificata da Adriano, scoperti nel 2016.

Adesso la domus verrà smontata, spostata in container riscaldati per continuare gli scavi e probabilmente rimontata nella futura stazione della metropolitana.

“Una scoperta eccezionale perché a Roma non è mai stata individuata né scavata archeologicamente una caserma e mai trovata una domus collegata alla caserma stessa”, ha commentato Rossella Rea, responsabile dello scavo.

La casa del comandante è composta da 14 stanze incorniciate da un cortile di fontane e vasche. I pavimenti sono di mosaico bianco e ardesia grigia con elementi geometrici e figurativi. La pavimentazione risale a diverse epoche storiche, c’è quella adrianea, antoniniana, severiana.

domus roma

“Abbiamo dedotto che dovesse essere la casa di un comandante perché nessun civile avrebbe potuto costruire la propria dimora accanto a una caserma, tranne il comandante”, ha continuato Rea.

Secondo la Soprintendenza guidata da Francesco Prosperetti, il ritrovamento è necessariamente parte integrante di un complesso militare perché è collegato ai dormitori. Un edificio di 300 metri quadrati con un tripudio di mosaici, quelli dell’amorino e del satiro, e intorno le pareti decorate con intonaci colorati o bianchi.

domus roma1

Potrebbero interessarvi:

domus roma2
domus roma4

C’era poi una scala per il piano superiore e un’area di servizio. Ancora sono stati ritrovati oggetti di uso comune, anelli d’oro, un manico d’avorio intarsiato di un pugnale, amuleti e i bolli laterizi.

Probabilmente secondo gli studiosi, dormitorio e casa del comandante, furono abbandonati e poi rasati a un metro e mezzo di altezza dopo la metà del III secolo, quando nel 271 si cominciarono a costruire le fortificazioni delle Mura Aureliane.

Dominella Trunfio

Foto Credit: Ansa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook