Il segreto per vivere più a lungo? Leggere un libro

illustrazioni libri

Che sia un romanzo, un libro giallo o il bestseller del momento poco importa: leggere un libro allunga la vita. Che aiutasse la memoria, la concentrazione e a tenere in forma il cervello era ormai una cosa risaputa, che addirittura fosse un elisir di lunga vita, non era per niente scontato.

A sostenerlo è un team di ricercatori della Yale University di New Haven, nel Connecticut, che ha scoperto come i lettori, indipendentemente dal sesso e dagli stili di vita condotti, vivono due anni in più, rispetto a chi non sfoglia mai una pagina.

La ricerca pubblicata su Social Science & Medicine ha preso in esame un campione di 3635 volontari sopra i 50 anni dividendoli in tre gruppi: quelli che non leggevano libri, quelli che dedicavano da una a tre ore e mezzo alla lettura e i lettori accaniti con più di tre ore e mezzo a settimana.

LEGGI anche: 10 SPLENDIDE INIZIATIVE DEL 2015 CHE INCORAGGIANO A LEGGERE SEMPRE DI PIÙ

illustrazioni libri2

Innanzitutto, è emerso che i lettori tendono ad essere di sesso femminile, hanno una laurea e un tenore economico di vita alto. Lo studio, infatti, ha contestualizzato i volontari in base all’età, alla razza, allo stato di salute, al tipo di impiego e alle caratteristiche familiari.

È emerso così che chi legge per tre ore e mezza a settimana ha il 17% di possibilità in meno di morire nei successivi dodici anni e il 23% in meno ce l’ha chi legge per più di tre ore e mezza. Risultati simili anche per chi legge solo giornali o periodici.

LEGGI anche: ECCO PERCHÉ DOVRESTI LEGGERE PIÙ SPESSO LE FAVOLE AI TUOI BAMBINI

illustrazioni libri3

In sintesi quindi, per vivere più a lungo basterebbe una mezz’ora di lettura al giorno, infatti nell’80% dei casi i lettori guadagnerebbero circa 23 mesi di vita.

“Chi dichiara di leggere circa mezz’ora al giorno ha notevoli probabilità di vivere più a lungo di chi non lo fa, e questo vantaggio permane anche al variare del grado di benessere, dell’educazione e delle abilità cognitive dei soggetti analizzati”,ha dichiarato Becca R. Levy, docente di Epidemiologia a Yale e autrice della ricerca.

Buona lettura a tutti!

Dominella Trunfio

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Coop

Mini-muffin al cioccolato serviti e cotti nella buccia di clementine

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Seguici su Instagram
seguici su Facebook