©Barbara Ledda via Facebook/Alberto Angela

Ulisse compie 20 anni e Alberto Angela continua a dimostrarci che la cultura può cambiare il mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La sua presenza rassicurante, il suo volto, il suo modo di raccontare, la sua profonda cultura da decenni affascinano l’Italia. Alberto Angela, sulle orme del padre Piero, ha portato la storia, l’archeologia, la scienza dentro le nostre case e le nostre vite. E oggi, con un commosso post su Facebook, Alberto celebra i 20 anni del programma che lo ha definitivamente proiettato verso il successo sul piccolo schermo: Ulisse, il piacere della scoperta.

Esattamente 20 anni fa, quando Angela aveva appena 38 anni, fece il debutto con la prima puntata di Ulisse. Era il 25 novembre del 2000. Il mondo era entrato nel nuovo millennio ma Alberto ci ricordò che dal passato, dalla storia c’è sempre da imparare e che conoscerla ci aiuta a pensare in modo costruttivo al futuro.

“Vent’anni fa a quest’ora mi sentivo come un astronauta sulla rampa di lancio poco prima del decollo” ha scritto su Facebook”. Era la prima volta che andavo in onda da solo in prima serata. A dare il battesimo al programma Ulisse sarebbero stati gli Etruschi. Percepivo il rischio di un tema culturale, per giunta archeologico, contro i varietà. Ma ci credevo. Mi confortava l’idea che tutti avevamo dato il massimo e che gli etruschi, cioè il “nostro” patrimonio storico e culturale, rappresentassero un tema formidabile proprio perché era (ed è) di tutti. Tuttavia, il timore era tanto… e se non avesse funzionato? Era ormai troppo tardi per avere dei ripensamenti sulla scaletta della puntata o fare correzioni ai servizi, ero impotente di fronte ad un evento immenso per me e inarrestabile…”

E l’entusiamo, la voglia di condividere il suo amore per la storia e l’archeologia hanno letteralmente bucato il teleschermo infilandosi nelle nostre case. Da all0ra, Ulisse è stato un nostro compagno di vita, ci ha permesso di scoprire le nostre radici culturali, ci ha mostrato opere e luoghi a due passi da casa nostra ma a noi sconosciuti.

E’ stato ed è un appuntamento atteso, ripartito anche a settembre dopo il lockdown con quattro nuove puntate.

“Il mondo è cambiato da allora, molte cose sono accadute, non so neanche quante migliaia di km abbiamo percorso nel mondo dal polo nord al polo sud, dalla preistoria all’epoca moderna, ma non è mai cambiato l’entusiasmo nell’affrontare questi viaggi del sapere e della conoscenza. E… no, non è neanche scomparsa quella paura prima di andare in onda. Mi sento ogni volta come quell’astronauta seduto nella cabina in cima al razzo. Con le stelle di fronte a me e una grande meravigliosa voglia di esplorarle.”

Quella meraviglia che Alberto Angela, come un moderno Ulisse, ci trasmette ogni volta che va in onda.

Fonti di riferimento: Alberto Angela/Facebook

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Speciale Creme Solari

Creme solari: come sceglierle e a cosa fare attenzione

eBay

Work out: i migliori attrezzi per allenare a casa tutti i muscoli

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook