I 14 Pinguini tornati in libertà, il commovente ritorno in natura

Addio a Max Von Sydow, l’attore di Game of Thrones, L’esorcista e Il settimo sigillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Cavaliere ha perso la partita a scacchi con la morte, iniziata in uno dei suoi film più celebri, Il settimo sigillo. L’attore Max von Sydow è morto all’età di 90 anni. Aveva recitato anche in Game of Thrones e L’esorcista.

Una vita dedicata al cinema, oltre 60 anni di carriera e di film rimasti nella storia della cinematografia mondiale. Ieri 8 marzo ci ha lasciati von Sydow. A darne notizia è stata la moglie, la produttrice cinematografica Catherine von Sydow, che ha sposato nel 1997.

A Paris Match ha detto:

“È con il cuore spezzato, con infinita tristezza ed estremo dolore annuncio la perdita di Max von Sydow l’8 marzo 2020”.

Uno dei ruoli più memorabili della sua carriera fu in Il settimo sigillo (1957), che includeva una scena inquietante in cui il suo personaggio, il Cavaliere, giocava una partita a scacchi contro la morte stessa.

partita scacchi

©Twitter/GC

Ma la sua è una carriera lunghissima, fatta di film per il cinema, per la televisione e di serie TV. Da Minority Report (2002) a Shutter Island (2010), dall’Esorcista (1973), dove ha interpretato il condannato padre Lankester Merrin a Games of Thrones, dove ha recitato in tre episodi nel 2016, per i quali ha ottenuto una nomination agli Emmy.

von Sydow è stato uno dei pochissimi attori a ricevere una nomination agli Oscar per un ruolo in un film in lingua straniera, per la sua interpretazione di Lassefar in Pelle the Conqueror (1987).

La sua seconda nomination è arrivata all’età di 82 anni, per la sua commovente interpretazione di Thomas Schell Sr./The Renter in Extremely Loud & Incredibly Close (2011).

Von Sydow ha continuato a recitare fino a tardi nella vita. Una delle ultime e più celebre apparizioni è stata in Star Wars: The Force Awakens nel 2015, a cui sono seguite: Les premiers les derniers di Bouli Lanners (2016) e Kursk di Thomas Vinterberg (2018).

Nonostante i ruoli impersonati e l’aspetto apparentemente tetro e austero associato anche alla sua voce profonda, von Sydow nella vita di tutti i giorni era allegro e spensierato:

“La gente sembra pensare che io sia una persona molto religiosa, molto seria, che ormai sono un vecchio e che gioco molto a scacchi” aveva raccontato. “In realtà, sono una persona riservata ma mi piace la natura e stare all’aria aperta. Mi piace viaggiare. Non sono serio come pensano che io sia e non gioco nemmeno a scacchi”.

RIP Cavaliere…

Fonti di riferimento: ParisMatch, BBC

LEGGI anche:

Addio McCoy Tyner: il grande pianista jazz ci lascia a 81 anni

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook