Addio Ken Spears, morto a 82 anni il papà di Scooby-Doo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E’ morto a 82 anni Ken Spears, ex allievo di Hanna-Barbera meglio conosciuto per aver co-creato il personaggio di Scooby-Doo. Secondo la sua famiglia, lo scrittore e produttore è morto per complicazioni legate alla demenza da corpi di Lewy, una malattia neurodegenerativa, una forma di demenza simile alla malattia di Alzheimer.

Il figlio di Ken Spears, Kevin, ha confermato la notizia della morte di suo padre a Variety. Ken sarà ricordato per sempre per la sua intelligenza, la sua narrazione, la sua lealtà alla famiglia e la sua forte etica del lavoro. Quel lavoro che aveva amato: a lui dobbiamo Scooby-Doo, quest’anno rimasto orfano di un altro genitore, Joe Ruby.

Spears è cresciuto a Los Angeles e alla fine è diventato amico del figlio dell’icona dell’animazione William Hanna. È stato questo legame che gli ha procurato un lavoro come montatore del suono alla Hanna-Barbera nel 1959. Durante il suo periodo come editore, ha incontrato e fatto amicizia con Joe Ruby, e alla fine i due hanno stretto una solida relazione lavorativa realizzando vari speciali televisivi animati e live-action per Hanna-Barbera e altre società.

Nel 1969, la Spears e Ruby si sarebbero consolidate nella storia della cultura pop creando Scooby-Doo, Where Are You! Lo spettacolo si sarebbe rivelato un successo per Hanna-Barbera e CBS portando lo studio di animazione ad adottare un simile approccio incentrato sull’adolescenza con alcuni degli spettacoli che seguirono come Josie and the Pussycats , Speed ​​Buggy e The Pebbles e Bamm-Bamm.

Durante i loro anni di lavoro insieme, Ken Spears e Joe Ruby hanno creato altri amati personaggi come Dynomutt, Dog Wonder e Jabberjaw. I due alla fine hanno poi fondato il proprio studio – Ruby-Spears Productions –  concorrente diretto di Hanna-Barbera, con opere note in tutto il mondo tra cui Alvin and the Chipmunks , Fangface e Thundarr the Barbarian.

Ken Spears è sopravvissuto dai figli, Kevin e Chris, le loro mogli, i suoi cinque nipoti e tre pronipoti. In quanto fan di Scooby-Doo , sono rattristato per la perdita di Ken Spears, ma sono incredibilmente grato per il lavoro a cui ha contribuito. Penso di parlare a nome di molti quando dico che il lavoro che lui e Joe Ruby hanno fatto vivrà negli anni a venire.

Fonti di riferimento: Variety,

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook