Alice meraviglie

Alice nel paese delle meraviglie è un libro che ha tanto da insegnare ad adulti e bambini. Ecco alcune lezioni di vita di cui fare tesoro.

Cortese, diplomatica, coraggiosa, sognatrice. Il personaggio di Alice nel Paese delle Meraviglie descritto da Lewis Carroll (pseudonimo di Charles Lutwige Dodgson), col suo secolo e mezzo di età, ancora incanta i bimbi di tutto il mondo.

Il suo passaggio dal mondo reale a quello “delle Meraviglie”, quella “ipnosi” che sta in fondo ad ogni paesaggio descritto, i giochi di parole e i dialoghi surreali, il Cappellaio Matto e tutti i suoi grovigli temporali: Alice in Wonderland è molto di più di una semplice favola.

Chi non è caduto almeno una volta nella tana del coniglio, non ha preso il tè con Alice e il Cappellaio Matto, non è stato ipnotizzato dal Gatto del Cheshire (che nella versione italiana del cartone Disney del 1951 prenderà il noto nome di “Stregatto”) o non ha dovuto convincere la Regina di Cuori che nessuno aveva rubato le sue torte?

È facile pensare che Alice in Wonderland sia una favola per bambini. In apparenza sembra esserlo. Ma, se guardate più da vicino, vi renderete conto che il mondo di Alice si traduce in qualcosa di più di un libro fantasy per piccini.

paese meraviglie

Chi è Alice nel Paese delle Meraviglie

Alice è la piccola protagonista dei due più famosi romanzi di Lewis Carroll, matematico e scrittore inglese: “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” (“Alice’s Adventures in Wonderland”, 1865) e il sequel “Attraverso lo Specchio” (in originale “Through the Looking-Glass”, 1971).

Il libro racconta la storia di una bambina che si addormenta e sogna di seguire un coniglio bianco e di “sprofondare” in un mondo fantastico, con personaggi inverosimili e paradossali.

L’idea di Carroll nasce durante una gita in barca nei pressi di Oxford, in Gran Bretagna, insieme a tre bambine: Lorina, Edith e Alice, che avrebbe ispirato il racconto. Si tratterebbe di tale Alice Liddell. Come intestazione della prima copia del libro, Carroll infatti ha scritto: “Come regalo di Natale a una cara bambina in memoria di un giorno d’estate”.

La piccola Alice fa la sua prima apparizione nel primo capitolo del primo libro ed è l’unico personaggio a essere presente in tutti i capitoli. Nella prima scena, si trova in campagna con la sorella (che non ha un nome), quando a un tratto vede “dal nulla un Coniglio Bianco con gli occhi rosa che le passò accanto a tutta birra”. La bambina decide di seguire il Coniglio e, dopo essersi infilata in un buco nel terreno, sbalza in un nuovo modo dopo una discesa che sembra non avere fine.

Giù, giù, giù. Avrebbe mai finito di cadere?… - Starò avvicinandomi più o meno al centro della Terra. Vediamo un po’: dovrebbe fare un seimila chilometri, penso

Il libro, e il suo sequel Attraverso The Looking Glass e What Alice Found There, sono stati tradotti in almeno 65 lingue e sono stati fatti innumerevoli adattamenti cinematografici e teatrali.

Alice nel Paese delle Meraviglie è un libro che sempre incanta, non importa quante volte lo rileggiamo. La storia è stata studiata e analizzata dagli psicoanalisti fin dai primi anni del ‘900 e, sebbene sia piena di caos, c’è molto da imparare dai suoi messaggi.

Ecco i 12 insegnamenti di Alice

alice wonder 

1. Gestisci la tua crescita personale

La metafora più importante nella storia è quella relativa alla crescita. Nel libro di Carroll, Alice diventa da alta a bassa e da grande a piccola. Crescere significa cambiare le dimensioni del corpo, affrontare gli alti e i bassi e sentirsi sicuri o insicuri di se stessi, ma anche imparare chi siamo, cosa rappresentiamo, cosa vogliamo fare, essere e avere.

Il messaggio è: trascorriamo le nostre vite “crescendo” in un modo o nell’altro. Che cosa state facendo per gestire la vostra crescita personale e crescere al meglio?

2. Conosci ciò che vuoi davvero e punta su quello

Nel suo fantastico viaggio, Alice impara l’importanza di sapere ciò che vuole. Nella sua conversazione con il gatto del Cheshire:

“Mi diresti, per favore, da che parte dovrei andare da qui?”
“Dipende molto da dove vuoi arrivare”, dice il Gatto
“Non mi interessa molto dove”, dice Alice
“Allora non importa in che direzione vai”, dice il Gatto

Soffermatevi su ciò che desiderate più e più volte. In particolare, pensate a come raggiungere quell’obiettivo e fate in modo che si realizzi. Come fa Alice nel Paese delle Meraviglie, non esiste un solo modo per raggiungere un obiettivo o una destinazione, ma potrebbe essere anche necessario vagare prima di arrivare alla meta, il che non significa sempre che ci si sia persi.

3. Dì ciò che intendi veramente

Spesso tutti i personaggi esortano Alice a “dire cosa intende”. Quanto spesso dite veramente cosa pensate? Quando è stata l’ultima volta che avete avuto una conversazione davvero significativa?

“Allora, quando parli, dovresti dire ciò che intendi dire, soggiunse il Leprotto Marzolino”
“Certo replicò prontamente Alice; perlomeno – perlomeno io intendo dire proprio ciò che dico – che è poi la stessa cosa, no?”
“No che non è la stessa cosa! esclamò il Cappellaio. A questa stregua, potresti sostenere che “Vedo ciò che mangio” sia la stessa cosa di “Mangio ciò che vedo”!”
“A questa stregua aggiunse il Leprotto Marzolino, potresti sostenere che “Mi piace quello che prendo” sia la stessa cosa di “Prendo quello che mi piace!””

4. Sviluppa la tua identità

I personaggi nel paese delle meraviglie chiedono continuamente ad Alice chi sia lei. Di conseguenza, lei si interroga sulla sua identità. Quando abbiamo dei dubbi su chi siamo e cosa rappresentiamo, ciò influisce sulla nostra intera vita. Per cui sarebbe utile prendere in considerazione i ruoli che si hanno nella vita, per esempio genitore, coniuge, figlio o figlia, collega, amico. Scrivete le qualità che credete di avere in quei ruoli, come “sono un padre premuroso” o “sono un uomo d’affari creativo” e ricordatevi di assumere comportamenti diversi in ogni ruolo. Man mano che imparerete di più su di voi in ogni ruolo, rafforzererete la fiducia e svilupperete sempre migliori capacità all’interno di ciascun ruolo.

5. Siamo tutti matti!

Niente di più vero! Secondo il gatto siamo tutti matti. Quello può sembrare sciocco da dire, in realtà non lo è: ciò non vuol dire che siamo tutti esseri umani arrabbiati che vanno in giro urlando e fissando le persone, ma che ognuno ha delle peculiarità uniche che altri potrebbero credere “fuori dal normale”. Prima impariamo ad accettare tutti i tratti caratteriali che ci rendono unici e che rendono uniche le persone che ci circondano e prima potremo andare avanti e creare attorno a noi una bella realtà.

Ma io non voglio andare fra i matti”, osservò Alice. “Bè, non hai altra scelta”, disse il Gatto “Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.” “Come lo sai che sono matta?” Disse Alice. “Per forza,” disse il Gatto: “altrimenti non saresti venuta qui

Quando le persone giudicano gli altri come “strani” perché non sono “normali”, ricordate che normale è un termine relativo, e la vostra realtà sarà sempre diversa dalla loro.

alice ok

6. La vita è quella che decidi tu

Riprendete in mano la vita se siete scoraggiati e avviliti, è tempo di ritrovare la felicità. Invece, di pensare alle cose negative che sono successe, dovete ricordare che noi stessi siamo il cambiamento che vogliamo.

Non importa cosa sia successo oggi, perché, anzi, domani potrebbe essere molto più duro.

Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com'è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è non sarebbe e ciò che non è sarebbe!

7. Sogna cose impossibili

Una delle cose più grandi di Alice è che sogna sempre cose inimmaginabili. È addirittura arrivata al punto di sognare sei cose impossibili prima di colazione! Mentre alcune cose saranno sempre assurde o semplicemente irragiungibili, non pensate che sognare cose impraticabili non è una colpa. Stabilire obiettivi elevati e sforzarsi di soddisfarli è qualcosa che chiunque potrebbe e dovrebbe fare. È importante non lasciare mai che qualcun altro nella tua vita definisca ciò che è impossibile per voi!

Prima di fare colazione penso a sei cose impossibili... Contale Alice: 1. C'e una pozione che ti fa rimpicciolire; 2. E una torta che ti fa ingrandire; 3. Gli animali parlano; 4. I gatti evaporano; 5. Esiste un Paese delle Meraviglie; 6. Posso uccidere il Ciciarampa!

8. Segui sempre il Coniglio Bianco

Quando Alice segue il “White Rabbit”, capisce subito che non avrebbe dovuto. Sa che probabilmente avrebbe fatto arrabbiare sua madre, ma lo ha fatto.

Ciò significa è che vale la pena essere sempre curiosi, è addirittura impulsivi di tanto in tanto. La curiosità ha ucciso il gatto? Ma è anche vero che alcune delle più grandi soddisfazioni arrivano dal fiuto dettato dalla curiosità. Immaginate che delusione se non seguiste il vostro coniglio bianco...

9. Sarai una persona diversa, oggi e domani

Quanto è mutabile la natura umana? Quello che ognuno dovrebbe imparare da Alice è che oggi siamo una persona diversa rispetto a ieri e che anche domani saremo un’altra persona ancora. Se scegliete di continuare a essere la persona di ieri o, piuttosto, di lavorare per diventare una persona migliore domani dipende solo da voi.

Non posso tornare a ieri perché ero una persona diversa allora

10. A volte devi cadere in un buco per risalire su in cima

Nel momento in cui Alice insegue il Coniglio Bianco, non si sente felice. La sua vita, il suo futuro e tutto sembra essere fuori controllo. Questo accade anche nella vita, e si cade un buco profondo e oscuro.

Alice non aveva idea di dove stesse andando mentre cadeva, ma ciò che la rende diversa da altre persone è che ha immediatamente iniziato a cercare una via d’uscita. Non rimanete lì se siete insoddisfatti o depressi, ma cercate una via di fuga e, perché no, chiedete aiuto.

11. La vita è una serie fantastica di avventure

Se non avessimo mai riso, pianto o sofferto, quanto sarebbe noiosa la nostra vita? E, oltre ai sentimenti, la vita è anche piena di colpi di scena, di improvvise svolte, di sorprese e delusioni. Accettate con leggerezza il fatto che l’esistenza sia una serie di avventure e sarà più lieve affrontare ogni cosa.

12. Positività qui e ora

Pensate colorato! Circondatevi di persone in grado di trasmettere energia positiva grazie al sorriso e siate felici del posto che occupate in questo momento. Se ci si trova davvero dove si desiderava, si sprigiona a propria volta un’energia positiva da trasmettere agli altri.

Il segreto, cara Alice, è circondarsi di persone che ti facciano sorridere il cuore. È allora, solo allora, che troverai il Paese delle Meraviglie

Leggi anche:

Germana Carillo

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram