mostra_picasso_cover

Una doppia mostra per celebrare i cento anni del suo viaggio in Italia. A Capodimonte e Pompei fino al 10 luglio, l’appuntamento è con “Picasso e Napoli: Parade”.

Curata da Sylvain Bellenger e Luigi Gallo, la mostra celebra l’artista che durante il suo soggiorno nel Belpaese visitò Napoli due volte e la splendida Pompei. L’evento è promosso dal Mibact grazie a una collaborazione con diversi enti e il contributo della Regione Campania.

Nel 1917, Picasso insieme a Jean Cocteau era nella città partenopea grazie alla compagnia Balletti russi che vide la realizzazione dello spettacolo ‘Parade’, da cui oggi prende il nome la mostra.

Un percorso che vuole esaltare la cultura tradizionale napoletana che trovano espressione nel teatro popolare, quello delle marionette e nel presepe.

In mostra, sessanta opere e la più grande pittura di Picasso: ‘Parade’, ospitata a Capodimonte. Si tratta della più grande opera del pittore cubista, ovvero una tela di 17 metri per 10 di altezza, conservata al Centre Georges Pompidou di Parigi.

LEGGI anche: DA PICASSO A KANDINSKIJ: 10 MOSTRE DA NON PERDERE NEL 2017

mostra picasso1

Una rappresentazione circense, nella tela che finora è stata esposta solo in rare occasioni, come al Brooklyn Museum di New York, a Palazzo della Gran Guardia di Verona, a Palazzo Grassi di Venezia e al Centre Pompidou di Metz.

Ci sono poi una serie di bozzetti realizzati per il balletto di Pulcinella, in scena nel 1920 a Parigi con musiche di Stravinsky e coreografie di Massine, ancora marionette e pupi della maschera napoletana dalla collezione Fundacion Almine y Bernard Ruiz-Picasso para el Arte.

mostra picasso

mostra picasso5

“Non si tratta più solo di portare in scena il cubismo, operazione di cui si occupano i due manager, il manager americano e quello francese, con il loro corredo di grattacieli e nuvole, si tratta di arte popolare, di marionette, di pupi, delle figure del presepe di cui Picasso acquista diversi esemplari. […] La scenografia deriva dal teatro popolare, da Pulcinella, dal grande Scarpetta, dal presepio napoletano”, si legge sul sito della mostra.

Nelle sale adiacenti un’ampia selezione di disegni, dipinti, foto, video e un teatro di marionette, non solo di Picasso, ma anche di artisti a lui contemporanei come Depero, protagonisti di quell’Europa artistica intraprendente, audace e bohème che sta inventando l’arte moderna.

LEGGI anche: GUERNICA DI PICASSO COMPIE 80 ANNI: UNA MOSTRA CONTRO TUTTE LE GUERRE

mostra picasso2

Il percorso continua negli scavi di Pompei, dai quali Picasso trasse ispirazione per molte delle sue opere e dei suoi allestimenti. All’Antiquarium ci sono i costumi da balletto messi a confronto con una raccolta di maschere africane, insieme a una scelta di reperti archeologici dal sito, tra cui un gruppo di maschere teatrali, per la maggior parte inedite.

mostra picasso3

Mostra Picasso, orari

Museo e Real Bosco di Capodimonte Via Miano 2 Napoli
aperto tutti i giorni tranne il mercoledì 8.30 - 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30)

Antiquarium, Scavi di Pompei
aperto tutti i giorni 9.00 alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.00) chiuso 1 maggio

mostra picasso4

Mostra Picasso, biglietti

10 Euro Intero Mostra
8 Euro Ridotto Mostra
12 Euro Mostra + Museo

Per maggiori informazioni clicca qui

Dominella Trunfio

Foto

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram