guernica-mostra

Guernica compie 80 anni e il Centro de Arte Reina Sofia di Madrid celebra l’opera attraverso la mostra ‘Pietà e terrore in Picasso, la strada a Guernica’, in calendario dal 5 aprile al 4 settembre.

Dipinto per il padiglione spagnolo all’Esposizione Universale di Parigi del 1937, il quadro del pittore andaluso Pablo Picasso, è il simbolo dell’orrore verso ogni tipo di conflitto e di violenza.

Con Guernica, infatti, egli volle denunciare la tragedia della guerra civile spagnola. Nel 1937 il villaggio di Guernica era stato raso al suolo da un bombardamento e il pittore immortalò il disastro in una tela, che sconvolse per sempre l’arte contemporanea.

Nel suo dipinto trasuda uno spiccato senso anti-bellico che tutt’oggi si trova nella collezione permanente del Centro de Arte Reina Sofía di Madrid.

Adesso una mostra ne celebra gli ottanta anni, incorniciando Guernica con altre 150 opere di Picasso, che vanno dalla fine degli anni Venti fino alla metà degli anni Quaranta, provenienti da più di 30 musei internazionali: dal Musée Picasso al Centre Georges Pompidou di Parigi, dalla Tate Modern di Londra al MoMA fino al Metropolitan Museum di New York.

LEGGI anche: DA PICASSO A KANDINSKIJ: 10 MOSTRE DA NON PERDERE NEL 2017

picasso guernica


Guernica di Picasso, storia e curiosità

Guernica nasce a seguito del bombardamento dell’omonima città che si trova a nord della Spagna. Il 26 aprile del 1937 un bombardamento uccise 7mila persone e l’intera zona venne rasa al suolo.

Un evento che colpì il pittore Picasso a tal punto che decise di dedicare un quadro in cui rabbia e commozione avevano un ampio respiro: lo sfondo nero, i volti sfigurati, i corpi deformati rappresentano la tragedia. La sua indignazione divenne quella dei partecipanti all’Esposizione Universale di Parigi nel 1937.

Oggi un arazzo che raffigura il quadro del Picasso è nella Sala del Consiglio di Sicurezza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, come monito agli orrori della guerra.

Si dice però che durante la guerra in Iraq, Guernica fu coperta da un drappo blu, in quel caso era scomodo ricordare le conseguenze dei conflitti.

Per maggiori informazioni clicca qui

Dominella Trunfio

Foto

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram