street_art_nuovo_banky_cover

È tornato nella sua terra, in Afghanistan, con un obiettivo ben preciso, quello di ricucire simbolicamente le ferite della guerra civile riempiendo i muri con i suoi graffiti.

Kabir Mokamel ha 46 anni ed è originario di Kabul, dopo aver vissuto per anni in Australia ha deciso di portare il colore nella sua città natale attraverso la street art.

Per farlo si è ispirato all’artista Banksy e sulla falsariga dei suoi murales, Mokamel dipinge su chilometri di muri abbandonati, macerie di edifici distrutti dai talebani.

LEGGI anche: STREET ART: LA NUOVA OPERA DI BANKSY SUI RIFUGIATI DI CALAIS (FOTO E VIDEO)

street art nuovo banksy copia
 
street art nuovo banksy1
 
il banksy afgano orig main

Un cuore trasportato con la carriola, un cerotto che cura la grave ferita dell’Afghanistan e ancora grandi occhi segnali dal kajal, sono solo alcune delle opere realizzate dall’artista e da un gruppo di sostenitori.

LEGGI anche: LACRIMOGENI COME VASI: IN CISGIORDANIA DAI RESTI DELLA GUERRA NASCONO I FIORI

Il sogno è quello di trasformare piano piano Kabul, una città che stenta a rialzarsi, una città sotto assedio. A Banksy quindi, l’artista afgano è legato non solo per la somiglianza delle opere di street art ma anche per il messaggio rivoluzionario che vuole lanciare. È per questo che le donne sono raffigurate senza burqua ed è per questo che se i muri non si possono abbattere almeno si possono trasformare.

LEGGI anche: BANKSY REGALA UN MURALES AI BAMBINI DI UNA SCUOLA DI BRISTOL (FOTO E VIDEO)

l43 murales kabul 150908162236 medium
 
l43 murales kabul 150908162812 big copia

I blocchi di cemento grigio stanno pian piano diventando un museo a cielo aperto, attraverso cuori, occhi, bambini si lanciano messaggi e ideologie rivoluzionarie.

Il primo graffito è stato realizzato nel 2015, lo sguardo di due occhi sui toni dell’arancione con lo slogan “Vi vedo”, allusione alla corruzione presente a Kabul.

cjptw musaafcdc

Ieri fucili e armi, oggi bombolette, vernici e pennello. Anche l’arte fa la sua parte e la rivoluzione a volte comincia anche da un po’ di colore in una grigia strada distrutta dalle bombe.

Dominella Trunfio

Foto: Kabir Mokamel

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram