Le 10 librerie più belle d'Italia

Libreria Acqua Alta Veneziacover

Ogni città italiana ne possiede una, che siano dedicate a ogni genere di libro oppure a categorie specifiche, le librerie continuano ad affascinare non solo gli amanti della lettura. Sono sempre di più quelle che uniscono all’odore della carta quello di un buon caffè diventando così luoghi dove socializzare e perdersi senza meta, tra i volumi.

La lista sarebbe lunghissima da completare, ne abbiamo scelte dieci sparse in tutta in Italia, a cominciare dal Sud. Potete segnalarci la vostra libreria preferita nei commenti cosicché, in ogni città, si possa coltivare l’amore per la lettura.

 

1) Colapesce, Messina

Arredamento in arte povera e materiali di riciclo sono le caratteristiche della libreria indipendente, wine bar e caffetteria creata da Filippo Nicosia, già ideatore del progetto "Pianissimo, libri sulla strada", un incredibile viaggio su un Fiat 900 in giro per l’Italia a diffondere la cultura della lettura. In 80 metri quadri, per un totale di 50 posti, Colapesce offre una selezione di tremila titoli di narrativa, poesia e saggistica, non un semplice negozio ma uno spazio pensato per vivere con i libri.
Dove: via Mario Giurba 8, Messina

colapescePhoto credit

2) Liberrima, Lecce

Sul sito internet viene definita come "un insieme di luoghi da vivere in modo circolare in cui fare esperienze di cultura nel centro storico di Lecce" perché, Liberrima nasce come libreria indipendente nel 1993 e si trasforma col tempo, in un laboratorio di idee. Il tutto all’interno di un palazzo barocco del Settecento.
Dove: Corte Cicala 1, Lecce

liberrima leccePhoto credit


3) Libreria Antica e Moderna Fiorentino, Napoli

Esiste dai primi del Novecento e continua a essere un ritrovo dove si respira non solo l'odore della carta stampata ma anche quello, della cordialità. Fondata da Fausto Fiorentino, tra i suoi lettori vanta anche Benedetto Croce. Titoli antichi e rari si uniscono a volumi più recenti.
Dove: Calata Trinita' Maggiore 36, Napoli

libreria fiorentino 10 righePhoto credit


4) Libreria del Viaggiatore, Roma

Un rifugio per chi vuole conoscere tutto il mondo restando nella Capitale: guide turistiche, libri fotografici stranieri, atlanti, letteratura di viaggio. La Libreria del Viaggiatore era stata chiusa dopo la morte del fondatore Bruno Boschin, da poco è rinata grazie agli editori di una piccola casa editrice indipendente la Round Robin di Eleonora Pellegrini e Luigi Politano.
Dove: Via del Pellegrino 165, Roma

gigi viaggiatorePhoto credit

Dopo la pubblicazione di questo articolo, sulla pagina Facebook di Luigi Politano abbiamo fatto questa amara scoperta: 

Luigi Politano

Ecco la vicenda spiegata da Luigi in un post: 

Un anno fa molti dei nostri amici sono venuti a darci una mano per mettere in piedi la nuova Libreria del Viaggiatore e la redazione della Round Robin Editrice. Oggi, grazie al tempismo di Acea Spa e di un suo "attento" centralinista che per ben 2 volte (era la stessa persona e ci ha tenuto a ribadirlo) mi ha praticamente attaccato il telefono in faccia, tutto quel lavoro è andato perduto. Il piano seminterrato è impraticabile e completamente bagnato per via di una ingente perdita d'acqua che va avanti da giorni. Inutili le telefonate e la richiesta di emergenza (sopra la nostra testa ci sono 4 condomini) per un potenziale pericolo. Gli unici che si sono preoccupati di capire quello che succedeva sono stati il Comando Provinciale Vigili Del Fuoco Di Roma. L'acqua ha completamente invaso una delle volte sottostanti al palazzo, non penso che ci siano rischi ma chissà... Ieri sera, dopo 4 giorni, un addetto sempre di Aceaoma Acea Energia, ha ossservato, valutato e poi è andato via rinviando a oggi un intervento che tarda ancora ad arrivare. La libreria resterà aperta comunque, sul piano strada, ma mai come questa volta sono convinto che forse viviamo nel paese che meritiamo. Abbiamo fatto molto per questa città, da un punto di vista personale e professionale, e continueremo ancora. Ma non c'è alcun dubbio che questa situazione è paradigmatica di un modello: la pessima gestione della cosa pubblica da parte degli Enti competenti. Non si interviene tempestivamente per evitare che un porblema si complichi - quando è palese che si complicherà - si interviene dopo il punto di rottura, quando accadono i disastri che potevano essere evitati, quando non si può fare altro che valutare i danni con il senno di poi. Giovedì sarebbe bastato asciugare per terra e pulire qualche goccia sulla parete del bagno. Ci sarebbero voluti giorni per ascigare i muri ma nulla di troppo grave e complicato. Adesso ci vorranno migliaia di euro per rimettere a posto e rifare pavimentazione, controsoffittatura e muri di cartongesso (tutto il piano di sotto ha una doppia muratura per contenere umidità e intemperie), impianto di areazione appena rifatto, libri, impianto elettrico che nel frattempo è saltato mandando in corto circuito il piano, alcuni mobili, oggetti d'arredo e forse alcuni scaffali e un tavolo. Giorni di lavoro che si perderanno, assieme ad eventi che siamo stati costretti ad annullare e ancora non so cosa altro. E, ovviamente, oltre al danno la beffa di qualche metrocubo di acqua buttato letteralmente nel cesso che tanto pagheranno i cittadin di Roma - Comune. Nella speranza che tutta quall'acuqa non abbia compromesso la struttura di un palazzo in pieno centro a Roma, e sempre che qualcuno venga a riparare la perdita, ci apprestiamo a capire come rimettere in piedi la libreria che tanto ‪#‎inqualchemodosifa‬.

Una vicenda assurda che vogliamo anche noi rendere pubblica perché la Libreria del Viaggiatore è e deve continuare a essere un punto di riferimento in rispetto a chi crede in questo progetto e a chi ha scelto di non uccidere la cultura. Ne siamo convinti, #‎inqualchemodosifa‬.

5) Giufà, Roma

Sempre nella Capitale, c’è Giufà nel quartiere San Lorenzo. Ambiente easy, ideale per fare due chiacchiere seduti in una libreria cosmopolita. Tantissimi libri in ordine sparso, troverete soprattutto volumi dei piccoli editori.
Dove: via degli Aurunci 38, Roma

14045418009956 giufaPhoto credit

 

6) Tuttestorie, Cagliari

È una libreria ma anche un laboratorio per le scuole e una casa editrice. Tuttestorie nasce grazie a tre donne che hanno saputo realizzare un vero e proprio tempio dedicato alla letteratura per ragazzi. 
Dove: Via Orlando Vittorio Emanuele 4, Cagliari

tuttestorie2Photo credit

7) Acqua Alta, Venezia

Viene definita come una delle librerie più originali al mondo, qui barche, gondole, canoe diventano scaffali per una vastissima scelta di libri, nuovi e usati: dall’arte al cinema, dalla musica allo sport. Dove: Sestiere Castello 5176/B, Venezia

Libreria Acqua Alta VeneziaPhoto credit


8) Libreria del Mondo Offeso, Milano

Libreria indipendente nata nel 2008 che racchiude anche un centro culturale in cui si svolgono eventi e incontri. La Libreria del Mondo Offeso nasce dal libro “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini: un viaggio alla scoperta di un mondo offeso, che obbliga a prese di responsabilità. Potete trovare narrativa italiana del ’900 e contemporanea, teatro, poesia e narrativa per bambini e ragazzi.
Dove: Via Cesare Cesariano 7, Milano

libreria mondo offeso milano via cesarianoPhoto credit

9) Luxemburg, Torino

È la più antica libreria torinese, nasce infatti nel 1872. Ci sono volumi in inglese, francese, tedesco e spagnolo nonchè libri di tutte le categorie. Luxemburg è stata tra le pioniere a organizzare presentazioni ed eventi al proprio interno. 
Dove: via Cesare Battisti 7, Torino

luxemburg1Photo credit


10) Libreria Palazzo Roberti a Bassano del Grappa (Vi)

Aperta nel 1998 si è conquistata col tempo il titolo di punto di riferimento per la città. Tre piani di un palazzo nobiliare settecentescocompletamente ricoperti dai libri in cu,i la libreria ospita incontri con gli autori, conferenze, concerti di musica classica ed esposizioni di fotografia.
Dove: via Jacopo Da Ponte, Bassano del Grappa (Vicenza)

bassanoPhoto credit

Dominella Trunfio

LEGGI anche:

Le 10 librerie più belle al mondo (FOTO)