Traghetti per la Sardegna a solo 1 euro: ecco come prenotare

Traghetti a 1 euro per Sardegna

Se quest’estate vi stuzzica l’idea di trascorrere le vacanze in Sardegna, ma siete indecisi a causa del budget, c’è un’offerta che forse può interessarvi, ma è fino al 22 luglio. Una compagnia di trasporti, la Grandi Navi Veloci propone, infatti, biglietti a 1 euro validi per le tratte Genova-Porto Torres e Genova-Olbia, solo dal 17 al 22 luglio!

I posti a disposizione sono solo 20mila, però attenzione! Nell’offerta sono escluse tasse e servizi, quindi consigliamo sempre di leggere tutte le clausole per non trovarsi poi brutte sorprese. Una volta acquistato, il biglietto è valido fino al prossimo settembre.

Come prenotare

La prenotazione riguarda un posto ponte con bagaglio, mentre eventuali extra vanno richiesti a parte, dal trasporto auto alla pensione completa, dai servizi di ristorazione come il Food Pass al Maxi Food Pass, dalla cabina vista mare alla poltrona. Le soluzioni per prenotare sono molteplici: è possibile prenotare direttamente sul sito con l’opzione “blocca il prezzo”, fare riferimento alle agenzie di viaggio, chiamare il Contact Center (010.2094591) o inviare una mail all’indirizzo dedicato ([email protected]).

Se l’offerta risulta essere molto interessante, non è da meno la destinazione. La Sardegna è infatti una delle mete più belle non solo dell’Italia, ma del mondo intero, con le sue acque cristalline e le spiagge da sogno. Per non parlare poi dell’entroterra, ricco di meraviglie tutte da scoprire: dai parchi naturali alle città più famose. Insomma, un’isola che almeno una volta nella vita vale la pena visitare!

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

tuvali
seguici su Facebook