C’è un posto dove i rumori sono vietati: in questo parco dell’Ecuador si ascoltano solo i suoni della natura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se amate la quiete e il silenzio e sognate di viaggiare in un posto lontano, forse il vostro luogo ideale è il Quiet Park. Si trova in Ecuador ed è un grandissimo parco incontaminato dove sono assolutamente vietati i rumori.

Chi vive in città è più abituato di altri a sopportare rumori di ogni genere (e a tutte le ore). L’inquinamento acustico, però, non è solo fastidioso ma può provocare anche malattie cardiovascolari, ipertensione, problemi di sonno, disturbi dell’udito e acufene e, anche quando non comporta sintomi gravi, è in grado comunque di ridurre la qualità della vita, il benessere e la salute mentale.

C’è un posto nel mondo dove i rumori non esistono (ad eccezione di quelli naturali), la quiete è di casa e il silenzio è davvero d’oro. Si tratta del Quiet Park che si trova lungo il fiume Zabalo in Ecuador, un luogo in cui si custodisce non solo la bellezza della natura ma anche i suoi piacevoli suoni, evitando quindi di “contaminarli” con rumori umani di qualsiasi genere.

Se volete farvi un’idea guardate il seguente video.

“Verrà il giorno in cui l’uomo dovrà combattere il rumore inesorabilmente come il colera e la peste”.

Con questa frase di Robert Koch, Batteriologo vincitore del Premio Nobel, il Quiet Park inizia sul proprio sito la presentazione del progetto del parco.

Questo luogo di pace assoluta è gestito dalla Quiet Parks International (un’associazione no profit che si dedica a diffondere la quiete in tutto il mondo) e protetto dai Cofán dell’Ecuador, una delle più antiche culture indigene dell’Amazzonia ecuadoriana.

Il parco ha l’obiettivo di proteggere il silenzio come una vera e proprio risorsa naturale e sempre più rara. Un luogo dove chiunque sia in cerca di un po’ di pace e ristoro dal trambusto della vita moderna può rifugiarsi.

Nel 2019 la foresta pluviale amazzonica degli indigeni Cofan ha ricevuto il più alto riconoscimento di Quiet Parks International (QPI) come First Wilderness Quiet Park.

zabalo-river-primo-quiet-park

© Quiet Park

All’interno del parco, che si estende su una superficie di un milione di acri, non ci sono strade trafficate, né insediamenti urbani e neppure gli aerei vi passano sopra. E, a detta di chi lo gestisce, un passeggiata in questi luoghi offre molti vantaggi: riduce lo stress, l’ansia,la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, promuove la neurogenesi, migliora le capacità cognitive, il ragionamento, la concentrazione, aumenta la fiducia, promuove il buonumore e più in generale un senso di benessere.

Chi non avrebbe bisogno di una “full immersion” in questo parco?

Fonte di riferimento: Quiet Park 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook