21 nuovi siti Unesco da visitare almeno una volta nella vita (ma nessuno è italiano)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nuovi siti entrano a far parte della World Heritage List diventando Patrimonio dell’Umanità Unesco. Nei giorni scorsi, a Istanbul in Turchia sono state inserite 21 bellezze: 12 siti culturali, 6 naturali e 3 misti.

Con questa nuova aggiunta arrivano a 1052 le località sparse in 165 paesi considerate Patrimonio Unesco: 814 sono luoghi di interesse culturale, 203 patrimonio ambientale e 35 misti tra natura e storia.

In comune hanno l’unicità delle loro caratteristiche che merita, dunque, di essere protetta, valorizzata e preservata. Purtroppo però tra i nuovi nominati non c’è nessuna new entry italiana e il Belpaese rimane un grande assente.

LEGGI anche: RISERVE UNESCO: 3 SITI NATURALISTICI ITALIANI DIVENTANO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

Nella lista spiccano i lavori di Le Corbusier in Argentina, Belgio, Francia, Germania, India, Giappone, Svizzera, ci sono poi le paludi dell’estremo Sud dell’Iraq, presunto giardino dell’Eden biblico e sede della civiltà mesopotamica, ci sono ancora il palazzo dell’Assemblea Legislativa di Chandigarh in India, l’Unità abitativa di Marsiglia, la casa del Dottor Curuchet a La Plata, in Argentina e il Museo Nazionale dell’Arte Occidentale di Tokyo.

Tra i siti affascinanti ci sono il Massiccio Naturale e Culturale Paesaggio del Chad, il Parco Nazionale Khangchendzonga in India e l’Ahwar dell’Iraq meridionale, un Rifugio della biodiversità e del paesaggio relitto delle mesopotamici Città in Iraq, tra quelli in pericolo molte delle bellezze libiche.

Khangchendzonga-NationalPark

Khangchendzonga National Park (@Risingmoon3377/Shutterstock)

LEGGI anche: LE 10 NUOVE MERAVIGLIE DEL MONDO INSERITE NEL PATRIMONIO UNESCO

Ecco i nuovi siti culturali diventati Patrimonio Unesco:

– Antigua Naval Dockyard e relativi siti archeologici , (Antigua e Barbuda )
– L’opera architettonica di Le Corbusier, un eccellente contributo al Movimento Moderno (Argentina, Belgio, Francia, Germania, India, Giappone, Svizzera)
– Stecci medievali Lapidi cimiteri (Bosnia-Erzegovina, Croazia, Montenegro, Serbia)
– Pampulha moderna Ensemble (Brasile)
– Zuojiang Huashan Arte Rupestre paesaggio culturale (Cina)
– Sito Archeologico di Filippi ( Grecia )
– Sito archeologico di Nalanda Mahavihara (Nalanda University) a Nalanda, Bihar , (India)
– La persiana Qanat (Repubblica Islamica dell’Iran)
– Nan Madol: Centro Cerimoniale di Micronesia orientale (Federati di Micronesia Stato)
– Antequera Dolmens Site (Spagna)
– Sito archeologico di Ani ( Turchia )
– Cave Complex (di Gorham Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord )

AntequeraDolmens-Spagna

Antequera Dolmens Site (@milosk50/Shutterstock)

Ecco i nuovi siti naturali diventati Patrimonio Unesco:

– Mistaken Point (Canada)
– Hubei Shennongjia (Cina)
– Lut deserto (Repubblica Islamica dell’Iran)
– Occidentale Tien-Shan (Kazakistan, Kirghizistan, Uzbekistan)
– Archipiélago de Revillagigedo (Messico)
– Parco Nazionale Marino Sanganeb e Dungonab Bay – Mukkawar Isola Parco Nazionale Marino (Sudan)

Ecco i nuovi siti misti diventati Patrimonio Unesco:

– Massiccio: Naturale e Culturale Paesaggio (Chad)
– Parco Nazionale Khangchendzonga (India)
– Il Ahwar dell’Iraq meridionale: Rifugio della biodiversità e del paesaggio relitto delle mesopotamici Città (Iraq)

Fonte: UNESCO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Deceuninck

Nuova era delle finestre: con la ThermoFibra diventano 100% riciclabili

LCI

Come il giornale e la carta che butti diventano un nuovo materiale

eBay

Come guadagnare online con i LEGO e le carte da gioco

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook