@zmphoto/123rf

I 10 Paesi più belli da visitare nel 2022 (secondo Lonely Planet)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dalle Isole Cook all’Egitto: la classifica 2022 delle destinazioni viaggio più belle secondo la guida annuale realizzata da Lonely Planet

La pandemia ci ha costretti a rimandare diversi viaggi, soprattutto quelli a lungo raggio in terre lontane. Ma c’è chi è già pronto a recuperare il tempo perso e sta pianificando le vacanze per i prossimi mesi. Indecisi sulla meta? A offrirci qualche spunto è la celebre casa editrice australiana Lonely Planet, che proprio in questi giorni ha pubblicato la classifica annuale Best in Travel 2022. Scopriamo quali sono le migliori destinazioni da sogno da prendere in considerazione per le prossime vacanze.

Leggi anche: Le 6 più belle città europee da visitare a piedi: nella classifica del Guardian c’è anche una italiana (forse non quella che ti aspettavi)

La top 10 delle migliori destinazioni per il 2022

Isole Cook

Aprono la classifica le meravigliose Cook Islands, un arcipelago di 15 isole vulcaniche della Polinesia neozeolandese. Sono un vero paradiso incontaminato, che custodisce bellissime spiagge, scogliere e atolli. Non a caso Lonely Planet le definisce una “meta affascinante e sorprendente”

Fieramente indipendenti, le Isole Cook fondono autentiche tradizioni polinesiane con un approccio audace alle sfide che attendono i Paesi del Pacifico meridionale – spiegano gli autori della guida 2022 di Lonely Planet – Paesaggi variegati e l’oceano più grande del mondo promettono attività avventurose, offerte culturali e delizie culinarie. 

Norvegia

Al secondo posto troviamo la Norvegia, Paese considerato tra i migliori al mondo in cui vivere. Questo Stato della Scandinavia vanta paesaggi suggestivi, senza eguali grazie agli spettacolari fiordi. Inoltre, è all’avanguardia in termini di sostenibilità, tecnologia verde e attrazioni culturali. Ciliegina sulla torta: è il posto perfetto per ammirare la magia dell’aurora boreale! 

Proprio quest’anno a Oslo è stato inaugurato il nuovissimo Museo Munch, un motivo in più per visitare questa splendida città. 

“Questa nazione nordica sembra eccellere in tutto ciò che fa. Che si tratti di istruzione, sanità, parità dei diritti, reddito o semplice qualità della vita, la Norvegia ha una straordinaria abilità nel fare le cose bene” si legge sul sito di Lonely Planet.

Isola di Mauritius 

Un’altra destinazione da appuntare sono è Mauritius, isola situata nel cuore dell’Oceano Indiano. Questa località è nota per le sue meravigliose spiagge, lagune e fondali cristallini, perfetti per fare immersioni e snorkeling. 

L’isolamento è sempre stato facile a Mauritius – spiegano gli autori della guida – Questa magnifica isola dell’Oceano Indiano, circondata da barriera corallina e acque trasparenti con un entroterra selvaggio, abbina un intrigante mix culturale a un affascinante scenario naturale. Non per niente Mark Twain la paragonò al paradiso. E in un momento in cui essere lontani da tutto è diventato più invitante che mai, l’isola di Mauritius è la meta ideale per una splendida fuga dal mondo.

Belize

Piccolo per dimensioni e popolazione ma ricchissimo di biodiversità, cultura e tradizioni, il Belize è una terra ricca di fascino tutta da scoprire. Al largo della costa, immersa nelle acque del Mar dei Caraibi, si trova la anche la magnifica Belize Barrier Reef. 

Incastonato tra lo scintillante Mar dei Caraibi e il resto dell’America Centrale, il Belize abbina atmosfere da isola e avventure nella giungla. – si legge sulla guida 2022 – Con la seconda barriera corallina più grande della terra, spettacolari testimonianze Maya e coinvolgenti incontri con la fauna selvatica, dal birdwatching all’avvistamento dei giaguari, non sorprende che questa piccola nazione sia diventata la meta ideale per vacanzieri tranquilli e viaggiatori intrepidi.

Slovenia

Al quinto posto della classifica 2022 si piazza la Slovenia, una terra che racchiude davvero tutto: montagne, mare, laghi, fiumi, foreste e città d’arte. 

Se la Slovenia si potesse riassumere in una parola, questa sarebbe ‘verde’, in senso letterale e figurato. Coperta per circa due terzi da foreste, la Slovenia ha una certificazione ecologica, Slovenia Green, tra le più rigorose d’Europa, conferita a circa 60 destinazioni. – spiegano gli autori di Lonely Planet – Ma questo Paese vanta anche una sorprendente abilità vinicola e culinaria, da scoprire nelle città, nei paesi e nei villaggi disseminati lungo i sentieri escursionistici e ciclabili che si snodano tra le Alpi e l’Adriatico.

Isola di Anguilla 

Circondata dalle sfumature di blu del Mar dei Caraibi, l’isola di Anguilla è un vero paradiso dei Caraibi sconosciuto ai più ed è la meta perfetta per una vacanza all’insegna della sostenibilità: 

Guardate fuori dal finestrino mentre l’aereo scende sopra lo scintillante Mar dei Caraibi e capirete a cosa è dovuto il nome di quest’isola lunga e stretta. Qui si va in bicicletta o scooter, si fa snorkelling sulle spettacolari barriere coralline, si ozia sulle spiagge dalle sfumature rosate, si esplorano antiche rovine e ci si gode i barbecue serali con la gente del posto. Molto attenta alla sostenibilità, Anguilla non è un posto da mega-resort, ma per un sobrio soggiorno ecologico.

Oman 

Tra le destinazioni da sogno per il 2022 c’è anche l’Oman, terzo Paese per dimensione della Penisola Arabica: 

L’Oman è una terra di selvaggi deserti sconfinati, grandi catene montuose, una costa scintillante e città dinamiche, un luogo dove ogni aspetto affascinante dell’Arabia prende vita in modo spettacolare. Mentre il mondo si sta riaprendo, le attuali opzioni di turismo e le strategie sostenibili a lungo termine rendono l’Oman il luogo ideale per chi cerca una destinazione nuova, ma con un ricco patrimonio culturale.

Nepal 

Incastonato tra l’India e la Cina, il Nepal è la meta perfetta per chi ama il campeggio, la natura incontaminata ed è alla ricerca della pace interiore: 

Quando si vuole evadere dal mondo, non c’è nulla di meglio dei passi ad alta quota dell’Himalaya e del Nepal. Porta d’ingresso alle cime più alte del pianeta, il Paese è una meta fantastica per trekker, alpinisti e amanti dell’avventura. Arrivati nell’affascinante e colta capitale Kathmandu, i visitatori possono raggiungere in poche ore i sentieri, immergendosi in uno scenario di montagne e monasteri dove il distanziamento sociale è praticamente innato.

Malawi 

Negli ultimi anni il “il cuore caldo del l’Africa”, così viene spesso definito il Malawi, è diventato una delle destinazioni più amate del continente africano soprattutto dagli amanti della natura selvaggia. Ispirandosi a cinque pilastri (conservazione della biodiversità, sviluppo della comunità, turismo, applicazione della legge e gestione consapevole), in questa terra African Parks ha portato nuova vita nella savana devastata dal bracconaggio.

Una pionieristica attività ambientalista ha aggiunto l’osservazione della fauna alle attrattive di questo piccolo e accogliente Paese africano – si legge sulla guida di Lonely Planet – Il Malawi, già rinomato per il suo lago omonimo, le città balneari che vivono a ritmo di reggae, i trekking e le piantagioni di tè, vanta ora tra le sue credenziali anche i safari, grazie alla rinascita delle tre principali riserve faunistiche per opera della ONG African Parks.

Egitto 

Chiude la classifica Best in Travel 2022 l’Egitto, terra di mistero e culla della civiltà. In quanto ad attrazioni turistiche, in questo Paese c’è davvero l’imbarazzo della scelta: dalle colossali Piramidi di Giza alle tombe della Valle dei Re al Museo Egizio del Cairo. 

L’Egitto si prepara a commemorare il centenario della scoperta della tomba di Tutankhamon con nuovi musei che celebrano i tesori culturali del Paese. – scrivono gli autori della guida – Ma lontano dai templi e dalle tombe si fanno strada le start-up del turismo comunitario, che riflettono un Egitto molto distante da piramidi e antiche glorie dei faraoni.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: Lonely Planet

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook