Il geyser attivo più alto del mondo è a Yellowstone (e continua a esplodere)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Steamboat, è situato all’interno del Parco Nazionale di Yellowstone ed è famoso in tutto il mondo per essere il più alto geyser attivo della Terra. A volte impiega anche decenni prima di dare luogo a nuove esplosioni ma nelle ultime sei settimane lo ha già fatto tre volte.

Fenomeni strani si verificano in quel di Yellowstone, al punto da non trovare spiegazioni univoche neanche tra gli scienziati. Il geyser non erompe così spesso, a volte passano anche decine di anni tra un getto e l’altro ma quando Steamboat esplode, i suoi getti d’acqua bollente possono arrivare fino a quasi 100 metri di altezza.

Tre eruzioni dall’inizio del 2018

Nel 2018, Steamboat ha dato luogo a tre eruzioni, anche se più piccole rispetto agli eventi precedenti, nel 2013 e nel 2014.

La prima eruzione di Steamboat da settembre 2014 si è verificata il 15 marzo 2018, alle 5:30 circa ora locale. Nessuno era presente a testimoniarne l’inizio, ma l’attività è stata rilevata da un sismometro localizzato nei paraggi e da una serie di strumenti dell’USGS. Il personale del Parco Nazionale di Yellowstone e alcune guide poche ore dopo sono andate sul posto e hanno potuto ammirare l’emissione di vapore che seguiva l’eruzione del geyser. Si tratta di un fenomeno tipico di Steamboat: al violento getto d’acqua che dura per vari minuti ne segue un altro di vapore che invece dura parecchie ore.

eruzione geyser yellowstone

National Park Service photograph by Behnaz Hosseini

La seconda eruzione del 2018 ha avuto luogo il 19 aprile alle 16:30 circa, nuovamente registrata da scariche idriche e segnali sismici. Dopo l’eruzione di marzo, i geologi del parco nazionale di Yellowstone hanno installato anchye un sensore di temperatura nel canale di deflusso di Steamboat. Il sensore ha registrato un picco di temperatura di 60 gradi Celsius. Sfortunatamente, anche la seconda volta nessuno era presente per assistere all’eruzione visto che l’area è ancora chiusa ai visitatori per via della neve. Sul posto era presente una squadra di geologi fino a 15 minuti prima che il geyser esplodesse.

geyser yellowstone 2

Il terzo e ultimo evento si è verificato la mattina del 27 aprile alle 6:30. L’eruzione era molto più piccola di quella del 2013 e del 2014, ma è stata la più grande delle tre del 2018.

geyser yellowstone

Le eruzioni di Steamboat di aprile hanno scaricato da 200-400 metri cubi di acqua ciascuna, circa la metà di quella delle eruzioni avvenute 5 anni fa.

Cosa sta accadendo al celebre geyser di Yellostone?

Non è la prima volta che si verificano più eruzioni in un solo anno. Era accaduto anche nel 2003 a marzo, aprile e ottobre durante un periodo di perturbazione termica nel bacino del geyser di Norris, quando le temperature al suolo aumentarono.

La recente attività di Steamboat riflette un nuovo disturbo termico? È impossibile dirlo in questo momento, ma la situazione sarà costantemente monitorata dagli scienziati di Yellowstone nel corso dei prossimi mesi.

“È anche possibile che Steamboat stia entrando in un periodo di eruzioni più frequenti, ma relativamente piccole, come quelle avvenute nei primi anni ’80. Oppure, le attuali eruzioni potrebbero semplicemente riflettere la casualità dei geyser. La maggior parte dei geyser di Yellowstone ha un comportamento irregolare e non erompe su base prevedibile” spiegano gli scienziati dell’US Geological Survey.

Intanto godiamoci questo spettacolo col video che mostra una delle più recenti eruzioni:

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook