Il museo delle api: un viaggio sensoriale per scoprire come vivono

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vi siete mai chiesti cosa fa un’ape tutto il giorno o come è fatta la sua casa? O ancora chi sono i nemici che mettono a repentaglio la sua vita? Se siete curiosi di scoprirlo potete fare un salto al MMape, il museo mulino dell’ape che si trova a Croviana in Val di Sole a Trento.

Inaugurato nell’estate del 2014, il MMape ha l’obiettivo di fare avvicinare i visitatori al meraviglioso mondo delle api e alla cultura del miele attraverso un’esperienza interattiva. All’interno dell’antico edificio del Mulino di Croviana, divenuto appunto museo, si può sperimentare un viaggio sensoriale alla scoperta del mondo delle api e, in quello che è il primo laboratorio sociale del Trentino, degustare il dolce nettare dei fiori.

Museo delle api: cosa si fa al suo interno?

Si scopre il mondo delle api, le loro abitudini, i pericoli che affrontano nella loro vita laboriosa, si ascolta il suono che proviene dalle cellette e si osserva una piccola larva trasformarsi in un’ape. Conosciamo bene il ruolo fondamentale che svolgono questi insetti per la sopravvivenza del nostro Pianeta e di quanto siano intelligenti nel comunicare tra loro attraverso una danza.

Il percorso espositivo è diviso in tre sezioni:

Il nido delle api

“Come è fatta la casa delle api? Un percorso innovativo e multisensoriale vi accompagnerà alla scoperta dell’arnia, esplorandone le cellette per capire come nasca e si sviluppa una larva che diventerà un’ape, ma anche le diverse mansioni in cui questi straordinari insetti sono specializzati per rendere l’alveare un ambiente ideale”, si legge sul sito ufficiale.

I nemici delle api

“Sono davvero tanti: alcuni sono parassiti molto piccoli, come la varroa; altri sono più grandi, come l’orso e altri animali, altrettanto pericolosi. Ma il più grande nemico dell’ape è talvolta l’uomo: quando inquina l’ambiente avvelenando l’aria, o con trattamenti chimici che impediscono alle api di impollinare i fiori”, si legge ancora.

La vita delle api

“Come è intesa la giornata di un’ape! Ognuna ha un ruolo ben preciso: raccogliere il polline, custodire le larve, difendere l’alveare. Poi ci sono i fuchi, ovvero i maschi delle api, che fecondano le uova deposte dalla Regina. È lei, la sovrana dell’alveare, l’ape che darà vita ad una nuova Regina che, con il proprio sciame, si sposterà altrove per costruire un nuovo alveare”.

Museo delle api, orari e biglietti

ORARI

MESE DI GIUGNO
sabato e domenica con accesso alle ore 10.00 e alle ore 15.00

MESE DI LUGLIO
lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30
sabato e domenica dalle 14.30 alle 18.30

MESE DI AGOSTO
tutti i giorni dalle 14.30 alle 18.30
lunedì, mercoledì e venerdì anche dalle 10.00 alle 12.00

DALL’1 AL 9 SETTEMBRE
tutti i giorni dalle 14.30 alle 18.30
lunedì, mercoledì e venerdì anche dalle 10.00 alle 12.00

BIGLIETTI
Adulti : 5,00 €
Bambini e ragazzi (fino a 14 anni): 3,00 €
Per tutte le altre info clicca qui

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook