Via dei Coronari a Roma tra le 10 strade più belle al mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tra le dieci strade più belle del mondo secondo Architectural Digest, una rivista di arredamento e architettura, c’è anche una vita italiana: via dei Coronari a Roma che un tempo, era percorsa dai pellegrini che andavano a San Pietro.

Via dei Coronari che, deve il suo nome ai venditori di oggetti sacri e corone religiose che c’erano lungo i 500 metri, è una delle strade più belle di Roma grazie ai suoi edifici Rinascimentali e i suoi colori caratteristici. La sua origine è però di età medievale, all’epoca si chiamava Via Recta, perché una delle poche ad andamento regolare. Qui ci abitavano soprattutto famiglie nobili che riuscirono a costruire le case grazie al consenso papale e oggi si possono ammirare ancora da vicolo del Curato fino a via Sant’Agostino.

Una via considerata bellissima proprio perché percorrendola si possono respirare epoche diverse. Ad esempio, nel 1500 la strada era stata divisa in due parti: la Scorticlaria perché ospitava tanti venditori di cuoio, e l’altra Immagine di Ponte, per via dell’edicola sacra realizzata da Antonio da Sangallo il Giovane, con un’immagine che rappresentava l’Incoronazione della Vergine. Via dei Coronari ha ispirato ed ospitato molteplici set cinematografici, diventando anche protagonista in “Gli Innamorati”, film commedia del 1955 di Mauro Bolognini con Gino Cervi e Nino Manfredi, “Chi si Ferma è perduto”,un film degli anni ’60 con Totò e Peppino de Filippo. Tra le pellicole più recenti “Ogni maledetto Natale” un film del 2014 di Luca Vendruscolo, Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre con Alessandra Mastronardi e Corrado Guzzanti.

via dei coronari

A via dei Coronari sono legate anche delle storie. Si narra, infatti, che qui lavorassero Imperia e Fiammetta, due cortigiane famose e belle vissute durante il Rinascimento. Due donne cantate da poeti e immortalate da artisti, sogno di pellegrini e viandanti. Si dice così che Fiammetta fu l’amante di Cesare Borgia,  figlio illegittimo di papa Alessandro VI e di Vannozza Cattanei, uno dei principi più sanguinari della storia d’Italia.

via dei coronari

Tra le altre vie della classifica di “Architectural Digest”, troviamo Jinli, la via dello shopping di Chengdu, in Cina, piena di lanterne rosse e insegne che risalgono ai ai tempi della dinastia Qing; c’è poi Lombard Street di San Francisco, progettata nel 1922 per rallentare il traffico della città californiana. Ancora Caminito, la via più colorata della capitale argentina, la Tetsugaku No Michi che si estende per due chilometri a Kyoto ed è fiancheggiata da alberi di ciliegio. In Messico, via di Almada di San Miguel de Allende, eletta nel 2013 come la migliore strada del mondo, in Portogallo Agueda e in Marocco le strade di Chefchaouen, famose per i loro caratteristici muri colorati di blu. Calleja de las flores a Cordoba, in Spagna, è una via tipica dell’Andalusia, con i suoi numerosi fiori e le pareti imbiancate. Infine, troviamo una strada di Ballymoney in Irlanda del Nord: Bregagh Road, uno dei luoghi più fotografati del paese perché proprio lì sono state ambientate alcune scene de ‘Il Trono di Spade’.

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook