A Sestri Levante, Noi Handiamo al mare, la prima spiaggia libera attrezzata per disabili

A Sestri Levante i disabili vanno al mare. A Sestri Levante sulla spiaggia i disabili non hanno più limitazioni. Qui,nella “città dei due mari“, in provincia di Genova, la spiaggia libera diventa anche accessibile, con tanto di lettini rialzati e sedie “sand and sea” per fare il bagno.

È stata, infatti, inaugurata ieri la prima spiaggia libera, nella Baia delle Favole, per persone diversamente abili, una iniziativa promossa dall’associazione “NoiHandiamo“, dall’amministrazione comunale e dalla Regione e che segue di ben 10 anni quella di Santa Margherita Ligure, dove esiste un’altra area dedicata ai portatori di handicap chiamata “Mare per tutti”.

Com’è fatta la spiaggia – Dotata di carrozzelle di ultima generazione in grado di arrivare al mare percorrendo una speciale passerella, una porzione dell’arenile è stata piastrellata e lì sono stati messi dei lettini rialzati (per facilitare il passaggio dalla carrozzina al lettino) con ombrellone. Delle sedie “sand and sea” con ruote in alluminio più larghe, inoltre, non sprofondano sulla sabbia e consentono di prendere il sole in tutta serenità. Lo spogliatoio, così come i bagni e le docce, ovviamente sono fatti a misura di disabile per soddisfare ogni esigenza.

noihandiamo1

L’intervento, portato avanti con un finanziamento di 4 mila euro, ha richiesto di fatto la deroga alle norme regionali che regolamentano le spiagge libere e attrezzate, “ma la riduzione degli spazi liberi per i bagnanti, a favore degli amici disabili, non ha creato alcun problema e, anzi, ci spinge a invitare altri comuni della Liguria e seguire l’esempio di Sestri Levante“, ha detto Gabriele Cascino, assessore al Demanio della Regione Liguria.

L’idea di fondo dell’associazione è stata di mettere a sistema e di migliorare le risorse già presenti e di mettere in atto gli interventi migliori per rendere la spiaggia accessibile al 100%. Tutti i servizi per le persone con disabilità motorie e per i loro accompagnatori sono gratuiti, come ogni spiaggia libera che si rispetti.

Insomma, se siete della zona e cercate una spiaggia “diversamente” fruibile, ecco qui una meta da non perdere!

Germana Carillo

Foto: noihandiamo.org

Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Sorgente Natura

I prodotti che non dovrebbero mai mancare in una lista nascita green

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook