Salento, 10 cose da non perdere assolutamente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si dice che in Salento il sole batte tutto l’anno, quel che è certo è che oltre per il clima, chi sceglie di visitare questa parte di Puglia, non può non rimanere affascinato dal mare, dall’arte, dalla cucina e dall’ospitalità.

Un mix di culture e dominazioni si sono intrecciate nel tempo, gli imponenti ulivi, i dolmen e menhir indicano il cammino, le antiche masserie e ancora le grotte marine. Fare un elenco di tutto ciò che c’è da vedere sarebbe impossibile, abbiamo scelto dieci cose da non perdere. Eccole.

Lecce

Tappa obbligata nel Salento non può non essere Lecce con il suo centro storico, le facciate di edifici storici e chiese costruite con pietra locale. Perdetevi tra i vicoli dove si lavora la cartapesta e raggiungete il monastero degli Olivetani, un ex convento del XII secolo dotato di due chiostri contigui con al centro un pozzo baldacchino con colonne salomoniche e cupola. Oggi sede della facoltà dei Beni Culturali dell’Università del Salento.

lecce

Grotta Azzurra e non solo

Se vi piace l’avventura, il territorio salentino tra le tante cose, offre anche la possibilità di visitare affascinanti grotte: dalla Grotta Azzurra a quella della Zinzulusa, dalle grotte termali di Santa Cesarea fino le grotte degli Amanti e della Poesia e ancora i numerosi anfratti intorno a Capo di Leuca. Nell’entroterra ci sono le Grotte di Castellana, tre chilometri di spettacolari cavità e voragini, decorate da arabeschi di concrezioni calcaree.

grotte di castellana

Otranto

Se siete degli inguaribili romantici, la città di Otranto è quella giusta per ammirare l’alba o il tramonto. Il borgo è circondato dalle mura difensive, tra vicoli e vie con le caratteristiche abitazioni bianche. Negli edifici si possono ammirare le dominazioni greche, bizantine ed aragonesi. Segnaliamo il Castello Aragonese e la Chiesetta bizantina di San Pietro: secondo la leggenda San Pietro passò di qui nel suo cammino dalla Palestina verso Roma.

otranto

La notte della Taranta

La Taranta è la musica tradizionale che accompagna le notti salentine. Ogni anno nel mese di agosto si svolge la Notte della taranta, una manifestazione itinerante, mentre la serata conclusiva si svolge a Melpignano nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani. Per rimanere aggiornati sull’evento clicca qui

Spiaggia Marina di Pescoluse

Tra le spiagge più belle del Salento sicuramente c’è Marina di Pescoluse. Acqua cristallina che non ha nulla da invidiare ai paesaggi caraibici . Non a caso uno degli stabilimenti presenti ha scelto come nome “Maldive” del Salento che negli anni ha finito per essere utilizzato comunemente per indicare l’intera la località, contraddistinta da sabbia bianca e finissima e da fondali bassi e trasparenti.

gallipoli

Gallipoli

Gallipoli è una tappa obbligata perché si trova su un’isola fortificata, protetta dalle mura, dal castello e dal torrione del Rivellino. Il suo nome significa ‘Città bella’ e si trova a circa 40 km da Lecce.Il borgo antico, arroccato su un’isola di origine calcarea, è collegato alla terraferma e alla città nuova da un ponte ad archi del Novecento.

gallipoli1

Santa Maria di Leuca

Nei pressi di Santa Maria di Leuca, vicino al promontorio di punta Melisio, esiste una zona di mare in cui il confine tra Ionio e Adriatico in alcuni giorni è davvero ben visibile. La diversa salinità dell’acqua porta ad una differenza della colorazione delle acque dei due mari, che rende possibile individuare una vera e propria linea di demarcazione cromatica. Imperdibile!

Leggi anche: Santa Maria di Leuca: dove Ionio e Adriatico si abbracciano

santa maria di leuca

Foto

Gli ulivi secolari

A dominare le campagne salentine ci pensano gli ulivi secolari (tristemente balzati alla cronaca per la xylella). I tronchi raggiungono anche 14 metri di circonferenza.

ulivi secolari

Spiaggia di Punta Prosciutto

Punta Prosciutto è una delle spiagge più selvagge del Salento ed è anche una delle più amate per i suoi paradisi naturali incontaminati. Fa parte del comune di Porto Cesareo, in provincia di Lecce. È famosa per le dune di sabbia che si estendono per vari chilometri e sono ricoperte dai boschi caratteristici della macchia mediterranea.

Leggi anche:

Punta Prosciutto: tutto quello che dovete sapere prima di visitare la meravigliosa spiaggia del Salento

punta prosciutto

Borgo di Presicce

Presicce è uno dei borghi più belli d’Italia, la sua caratteristica è che sotto piazza del Popolo si estende una città sotterranea: si tratta degli antichi frantoi usati per secoli nella produzione di olio locale. Chi lavorava qui abitava nel sottosuolo per sei mesi all’anno, senza luce naturale.

presicce

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook