Merano, Alto Adige: sboccia la primavera ai Giardini di Sissi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Alto Adige non è solo mercatini di Natale. Alto Adige è anche terra e montagne da visitare in primavera, tra fiori variopinti, nuovi e profumi e scorci principeschi.

E già, perché qui, tra la Val Venosta, la Val Passiria e la Val d’Adige, e precisamente a Merano, sbocciano i Giardini di Castel Trauttmansdorff, anche noti come Giardini di Sissi, Giardino Internazionale dell’Anno 2013, che riapriranno i cancelli il prossimo 1° aprile, pochi giorni prima di Pasqua.

La nuova stagione sarà quindi pronta a salutare i visitatori con la fioritura di oltre 350mila bulbi, in uno scenario fiabesco che già nell’Ottocento aveva conquistato la Principessa Sissi, la famosa imperatrice d’Austria, che scelse proprio Castel Trauttmansdorff come luogo dove rilassarsi e fare lunghe passeggiate.

Ai Giardini di Merano ogni angolo ricorda l’amata principessa, a lei sono dedicati alcuni scorci del parco e la passeggiata che li collega alla città.

Busto-Sissi-ai-Giardini-di-Castel-Trauttmansdorff

L’installazione work in progress di Ichi Ikeda – L’arrivo della primavera per i Giardini di Sissi è sempre un momento importante e un’occasione di festa. Il parco altoatesino sarà quest’anno uno dei palcoscenici in cui si svolgerà il festival della “Primavera Meranese”, che coinvolgerà l’intera città di Merano dal 28 marzo al 15 maggio con eventi artistici e culturali nel centro storico. I Giardini di Castel Trauttmansdorff sono la cornice ideale per questa manifestazione che, con il progetto “Merano Nature Art – Spring 2015“, vuole riunire arte contemporanea e natura attraverso installazioni e sculture che si fondono in maniera organica con l’ambiente che le ospita. Saranno dodici le sculture di famosi artisti italiani ed internazionali che in particolari location verdi di Merano creeranno un percorso sensoriale inedito.

Al Laghetto delle Ninfee dei Giardini di Sissi si potrà ammirare la particolare scultura che realizzerà l’artista giapponese Ichi Ikeda sul tema dell’acqua e delle piante acquatiche, a simbolo l’importanza della sostenibilità e dei diritti umani. In anteprima l’artista di Osaka ad aprile sarà ospite di un work in progress ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, durante il quale i visitatori lo potranno vedere all’opera e scoprire i segreti della sua filosofia artistica, la Water Art, che vuole richiamare l’attenzione mondiale sulla conservazione delle risorse idriche quali fonti di vita.

Una stagione per famiglie ai Giardini di Sissi

Tra gli altri eventi in programma, due giornate saranno dedicate ai bambini e alle famiglie: il 17 maggio la “Primavera ai Giardini” e il 25 ottobre l'”Autunno ai Giardini”, con passeggiate, attività didattiche e multisensoriali, tra bricolage, trucchi e giochi per bambini.

“Turismo & Guerra” in mostra al Touriseum

Con l’apertura dei Giardini il 1° di aprile, anche il Touriseum, il Museo Provinciale del Turismo, ricomincia la sua stagione. Dove soggiornò la Principessa Sissi, oggi il Touriseum offre un piacevole viaggio attraverso 200 anni di storia del turismo in Tirolo e quest’anno ospiterà la mostra Turismo & Guerra.

Un viaggio nella storia del Tirolo durante la Grande Guerra, che attraverso reperti, documenti e illustrazioni ricostruirà i legami e i cambiamenti tra il turismo prima del 1914, e il suo mutamento al termine del conflitto mondiale.

Infine, anche per la nuova stagione, i Giardini di Sissi riconfermano alcuni degli appuntamenti più attesi: dai brunch domenicali della “Colazione da Sissi” ai grandi concerti della rassegna “World Music Festival”, con la partecipazione di artisti di fama internazionale.

Fiori-dei-Giardini-Sissi

Tutti i venerdì dei mesi di giugno, luglio e agosto, i Giardini resteranno aperti anche quest’anno fino alle 23.00, in occasione della consolidata rassegna “Trauttmansdorff di Sera”, tra musica e divertimento.

Confermate per tutte le prime domeniche da maggio a ottobre le visite alle libellule, consigliate soprattutto ai bambini e ai ragazzi che vogliono conoscere tutti i segreti della natura, guidati da un’esperta entomologa e le offerte turistiche combinate, “Giardini & Terme” e “Giardini & Vino”, grazie allo strepitoso successo ottenuto nel 2014.

Orari di apertura: 1° aprile – 31 ottobre: ore 9.00 – 19.00

1 novembre – 15 novembre: ore 9.00 – 17.00
I venerdì di giugno, luglio ed agosto: ore 9.00 – 23.00
Ultimo ingresso fino a un’ora prima dell’orario di chiusura

Prezzi d’ingresso:
– Biglietto singolo: 12,00 €
– Biglietto per famiglie (2 adulti con bambini sotto i 18 anni): 26,00 €
– Anziani over 65: 10,00 €
– Bambini, ragazzi, studenti e disabili: 8,50 €
– Bambini sotto i 6 anni: ingresso libero
– Gruppi (di almeno 15 persone, a persona): 9,00 €

Germana Carillo

LEGGI anche:

Gli 8 maggiori orti botanici ed eco-musei del mondo

Royal Garden: gli 11 giardini reali più belli d’Inghilterra e dintorni

I 10 Parchi più belli d’Italia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook